Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

rugby villadose

Festa finale per i neroverdi!

Coach Pellielo: "Entusiasta di un'annata nel complesso molto positiva"

Festa finale per i neroverdi!

VILLADOSE - E’ stata una lunga stagione di alti e bassi quella del Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose, che si concluderà ufficialmente il prossimo 30 giugno, ma che di fatto sul campo si è già chiusa con l’ultimo match a Chiampo dello scorso 22 maggio, perso 15-14 ma poi vinto 0-20 a tavolino per delle irregolarità di schieramento da parte del Rugby Vicenza.

Un’annata 2021/2022 iniziata con la vittoria 7-34 sul campo del Frassinelle nel derby polesano il 17 ottobre e che è stata oltremodo complicata, oltre che per le regolamentazioni e le limitazioni legate al Covid-19 e ai vari stop, anche per una struttura a dir poco cervellotica dei calendari con una prima fase disputata contro appunto Frassinelle, ma anche Rosolina, Monselice ed Excelsior.

Poi gli spareggi, a conti fatti del tutto irrilevanti, con San Marco Venezia Mestre e Casale e l’inizio di una prima parte di seconda fase affrontata contro Pordenone, Riviera e Monselice, per poi congiungere un secondo girone e scontrarsi senza fortune con Alpago, Trento, Feltre e Vicenza.

In totale sono state 16 le partite disputate, con un perfetto equilibrio di 8 successi e 8 sconfitte. I punti marcati sul campo (escludendo pertanto lo 0-20 a tavolino dell’ultima giornata contro il Vicenza) sono stati 363, mentre quelli subiti 259, con 50 mete fatte e 35 al passivo, un totale di 5 bonus offensivi e 4 difensivi.

Per quanto concerne i marcatori, top scorer, nonostante le assenze nel finale di stagione, è risultato essere il capitano Davì con 90 punti segnati.

Metaman con 11 marcature personali è stato invece il terza linea Rizzatello, secondo per punti segnati con 55 in totale.

A seguire: Pellegrini 42 punti, Vanzan e Fernando Ottoboni 25, Piombo e Moro 20, Pravato 15, Manfrinato 10.

Hanno tutti segnato una meta, invece, Andrioli, Cherubin, Greggio Masin, Pavanello, Nicoli, Quaglio, Romualdi, cui vanno ad aggiungersi due mete tecniche e 2 punti al piede di una trasformazione per Borsetto.

Un ringraziamento speciale va a tutti i sostenitori: Fulvia Tour, Andreotti Auto, Sicell Spa, Widiba, Salmaso Trasporti, Eurodet, Banca Annia, Tecnologie Protettive, Sicurstudio, Tecnos srl, e a tutte le persone ed aziende che non hanno mai fatto mancare il proprio sostegno. 

“Non è stata sicuramente una stagione semplice, come per tutti nell’anno della ripartenza, con rose ridotte e tante difficoltà, ma non ci siamo mai tirati indietro. Siamo stati tra le poche squadre a non aver mai richiesto rinvii causa Covid, anche in situazioni in cui ne avremmo magari avuta la necessità e l’esigenza, viste le assenze proprio per questo motivo. Dopo qualche difficoltà numerica all’inizio il gruppo si è ben consolidato e, soprattutto nella prima parte, ha fatto bene. Credo che ora si siano gettate nuovamente delle basi importanti che ci predispongono ad un buon approccio per il futuro”, le parole del presidente del Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose, Adriano Zamana.

“In primis voglio fare un plauso ai ragazzi per aver onorato tutti gli impegni e non essersi mai tirati indietro - ha dichiarato il vice presidente, Stefano Cappellini - E’ stato un anno complicato, con tanta incertezza all’inizio e poi all’improvviso ci siamo ritrovati a dover giocare dieci partite di fila e parliamo pur sempre di uno sport fisico come il rugby, per cui la fatica certamente s’è fatta sentire. Senza contare che non abbiamo una nostra under 19, quindi non abbiamo avuto la possibilità di tesserare e schierare ragazzi provenienti dalle giovanili. Ora stiamo già iniziando a guardare con ottimismo alla prossima stagione, con conferme importanti e alcuni volti nuovi, in particolare diversi ragazzi giovani, che ci aiuteranno a continuare la nostra crescita”.

La stagione la considero comunque molto positiva, soprattutto la prima parte dove abbiamo ottenuto buoni risultati, se escludiamo magari soltanto la sfida contro il San Marco Venezia Mestre, che si è dimostrata squadra di altra categoria. Nella seconda parte eravamo quasi contati e ci siamo persino interrogati se valesse la pena partire effettivamente, ma nonostante tutto siamo riusciti a fare comunque il nostro. Spiace dire che è mancata anche un pizzico di fortuna con tanti elementi chiave che non sono stati disponibili in certi momenti. In generale come detto, però, è stata un’annata positiva”, il commento del tecnico neroverde, Vladimiro Pellielo.

Sabato 11 giugno a partire dalle 16 presso gli impianti sportivi di via Pelandra si svolgerà la festa finale del settore giovanile del Rugby Villadose Junior e della prima squadra del Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose, con anche l’ultima realtà nata in casa Villadose, la formazione del rugby touch. Proprio con una sfida di rugby educativo, il più classico “tocco”, inizierà la giornata, un momento conviviale e di festa per tutti i piccoli, giovani e adulti neroverdi con giochi e momenti di gioia da vivere assieme.

Alle 18 inizieranno i giochi per mini rugby e settore giovanile, mentre alle 19.30 per amici e sostenitori ci sarà l’aperitivo che anticiperà la classica grigliata in club house con tutte le formazioni del Dose.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy