Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

VILLADOSE

Arriva la conferma: Andrea è morto di stenti

L'uomo del mistero ritrovato senza vita nei boschi del Trentino ora ha un nome

Muore digiunando nei boschi, Villadose sotto choc

Lo ha trovato senza vita un escursionista, era ormai oltre ogni possibile soccorso

VILLADOSE - Purtroppo, adesso c'è l'ufficialità. Non è più possibile sperare, né per la famiglia, né per le tante persone che, a Villadose, conoscevano Andrea Girardi, 44 anni. E' lui l'uomo trovato senza vita lo scorso 2 maggio nei boschi del Trentino, sopra Cavalese, accanto a un riparo di fortuna. Un corpo individuato da un escursionista e a lungo rimasto senza nome.

"E’ di Andrea Girardi, 44enne residente nella Provincia di Rovigo - hanno infatti reso nota in serata le agenzie - il corpo ritrovato in stato di decomposizione nei boschi di Molina di Fiemme, la sera del 2 maggio scorso. La conferma è arrivata nella mattinata di mercoledì 1° giugno dal Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri (Ris) di Parma che ha comparato il dna estratto dalla salma con il profilo genetico dei genitori".

"I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Cavalese erano risaliti ai suoi parenti, dopo avere vagliato le segnalazioni giunte grazie agli appelli veicolati tramite i media locali e la trasmissione televisiva “Chi l’ha Visto. I Carabinieri hanno provveduto a informare i familiari circa l’esito dell’accertamento".

Una identificazione che, comunque, è ben lungi dallo spiegare cosa sia davvero accaduto all'uomo, una vita avventurosa, con un lungo periodo nella Legione Straniera francese, dove si era arruolato attorno ai 20 anni, quindi lavori e permanenze all'estero, un carattere particolare. Una sorta di diario, ritrovato vicino al corpo, lascia pensare che il 44enne si stesse sottoponendo a una prova estrema, con un lunghissimo digiuno. E' stato trovato anche un biglietto, con una frase, lapidaria: "Crematemi".

Come se sapesse che quella pratica lo avrebbe potuto portare alla morte. A Villadose, nonostante le lunghe assenze, Andrea era conosciuto, così come la sua famiglia, che da sempre vive in paese. Ancora, non si conosce la data delle esequie.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy