Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Lusia

"Ciao Andrea, non sarai dimenticato"

Il saluto di amici e familiari per il 16enne di Lusia che ha perso la vita in un tragico incidente stradale

LUSIA - Una folla, immensa, che si abbraccia. I palloncini bianchi e azzurri che volano nel cielo, quasi volessero raggiungere un ragazzo che non c'è più. Poi l'urlo dei motori, che quel ragazzo tanto amava, con le sue sgasate all'uscita della scuola, le gite in moto e tanto altro. Gli amici con la maglietta con la sua immagine che sgasano, sgasano e piangono. Poi, alla fine, partono, guidando il carro funebre, a decine, per salutare per l'ultima volta Andrea Stocco, 16 anni, di Lusia, morto in un incidente stradale avvenuto sui Colli.

E' stato un funerale straziante e meraviglioso, con tutta la comunità che si è stretta alla famiglia del giovane, conosciutissima, tanto a Lendinara che a Lusia, e i tantissimi amici che hanno voluto ricordarlo in ogni modo possibile, gridandogli che lo amavano tantissimo e che, da ora in avanti, ci sarà sempre una sedia vuota, ma lui sarà sempre lì, con loro. "Andrea, ridi sempre con noi", recita lo striscione realizzato dai compagni di classe dell'Ipsia di Rovigo.

La chiesa è piena, di tante persone di Lusia e di tantissimi amici, tutti con la maglietta di Andrea, che lo ritrae sereno, con una espressione intensa, profonda. Ancora più pieno sarà, alla fine della cerimonia, il sagrato della chiesa, ampio, ampissimo, ma incapace di contenere tutta la folla arrivata. Tantissimi amici che si stringono alla mamma e alla famiglia di Andrea, che accarezzano un'ultima volta la bara, la abbracciano.

"La vita dà e la vita toglie - dice un amico - Sino a ora, non ci eravamo mai resi conto di quanto questa frase fosse e vera e di quanto, a breve, ci avrebbe toccato da vicino".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy