Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Rugby Top10

Stop per il Bersagliere Alberto Chillon

In ballo la finale scudetto: squalifica fino al 15 giugno per calcio a un avversario

I Bersaglieri perdono Chillon

Alberto Chillon

ROVIGO - Alberto Chillon potrebbe saltare la finale scudetto. Il condizionale è d’obbligo ma per il giudice sportivo il mediano di mischia rossoblù va squalificato fino al prossimo 15 giugno. Una scelta presa dal giudice sportivo Marco Cordelli su segnalazione fattagli dal citing commissioner Stefano Marrama (questa volta preso in considerazione al contrario di quanto avvenuto la settimana precedente per la segnalazione di un fallo di Amenta) che ha segnalato un presunto fallo anti-gioco commesso da Chillon.

Nello specifico: “Al 62’28” poco oltre la linea dei 10 metri del Valorugby, dopo un punto d’incontro, il 21 del Rovigo, Alberto Chillon, è in possesso del pallone e sta per passarlo ai propri tre quarti. Il 9 del Valorugby, Gonzalo Garcia, lo contrasta e gli fa perdere il pallone in avanti. L’arbitro, che stava giocando un vantaggio per il Rovigo, fischia per tornare sul punto della precedente infrazione. A quel punto il 9 del Valorugby caduto a terra dopo il contrasto trattiene il pallone, che invece il 21 del Rovigo, in piedi, vuole recuperare velocemente senza riuscirci. Dato che il 9 Valorugby non lascia il pallone, il 21 del Rovigo comincia a tirare per la maglia il 9 Valorugby. Successivamente in difesa del suo 9, interviene il 7 del Valorugby, Eduardo Nicolas Sbrocco, che spinge indietro con entrambe le braccia e con forza il 21 del Rovigo. Questo ultimo cade a terra sulla propria schiena e da terra con i piedi in aria scalcia il 7 del Valorugby colpendolo. Il 7 del Valorugby rimane a terra e viene soccorso dai propri sanitari, riprende poi a giocare”.

Da sottolineare come il dal citing commissioner Stefano Marrama fa presente che “l’arbitro controlla l’azione con il Tmo e decide di tornare sul punto dell’infrazione originale, per il quale stava giocando il vantaggio”. Quindi il parere di Marrama che ritiene che “l’azione del 21 del Rovigo costituisce un fallo di antigioco”. Alla luce di questa segnalazione il giudice sportivo Marco Cordelli, nonostante una dettagliata difesa della Rugby Rovigo Delta, ha accolto in toto la tesi del commissario delle citazioni, squalificando Alberto Chillon fino al 15 giugno. Ora la Femi Cz Rovigo può presentare appello.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy