Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

COSTA DI ROVIGO

Una piazza piena di storie da leggere

Inaugurata la "Piazza letteraria" con la statua dell'artista Alberto Cristini

COSTA DI ROVIGO - Grande emozione per l’inaugurazione della “Piazza Letteraria” a Costa di Rovigo. Una giornata che rimarrà sicuramente nella storia dell’intero Polesine, quella dello scorso sabato, quando è avvenuta l’inaugurazione della tanto attesa “Piazza letteraria”.

Alla presenza del Viceprefetto Rosa Correale, del vicequestore Domenico Chierico, dell’onorevole Antonietta Giacometti, del consigliere regionale Laura Cestari, del presidente della provincia Enrico Ferrarese e di una trentina di sindaci provenienti da tutta la provincia, il sindaco Giampietro Rizzatello ha fatto gli onori di casa dando inizio alla cerimonia, iniziata con una mezz’oretta di ritardo a causa della pioggia.

Durante il pomeriggio l’architetto Gianluca Trentini, progettista dei lavori, ha illustrato ai presenti quanto realizzato. Subito dopo è avvenuta la presentazione al pubblico della statua letteraria, realizzata dall’artista Alberto Cristini e interamente finanziata da sponsor, dedicata a “La ragazza che legge” con gli interventi delle autorità presenti che hanno voluto sottolineare l’importanza e la valenza delle opere realizzate per la ristrutturazione e restyling della centralissima piazza San Giovanni Battista e Rocco Confessore.

Emozionante anche l’accensione delle fontane che hanno fatto da sfondo agli spettacoli e ai momenti musicali regalati di cori presenti. Costa di Rovigo, è stata recentemente premiata con il primo premio come “Citta che legge” riservata ai comuni sotto i 5mila abitanti. “Gran bella festa quella che ha sancito il nuovo corso della piazza, ‘benedetta’ anche dalla pioggia iniziale che ha fatto slittare di mezz'ora il cerimoniere - spiega il sindaco Rizzatello - Le moltissime autorità ed il pubblico presente, hanno assistito ad un susseguirsi di momenti che hanno suscitato l'emozione generale. Un grazie di cuore a chi ha permesso tutto ciò; in particolare alla Protezione Civile, a CostaE20, al coro Arcobaleno, al Coro Fiat Vox, al Comitato della Biblioteca, al gruppo teatrale amici di Tomeo ed a tutte le altre associazioni che hanno collaborato”.

L’importo totale dei lavori, realizzati dalla ditta Sicea di Vigonza (PD) è di 350 mila euro di cui 50 mila ottenuti da un contributo regionale e il rimanente dal bilancio comunale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy