20/05/2022

ROVIGO

Ciclista in corsa si schianta sulla panchina invisibile

Valentina Noce (Lega): "Arrendiamoci all’evidenza, quelle panchine sono pericolose, inutili e inguardabili"

11/05/2022 - 18:56

ROVIGO - Un incidente che va visto un ciclista restare ferito nell'impatto contro le criticatissime panchine sistemate in piazza Roma. Criticatissime in quanto la loro silhouette, filiforme sulla seduta, rende molto difficoltoso notarle. Tanto che era già stata aggiunta segnaletica per ovviare a questo inconveniente. Ma non basta.

“Arrendiamoci all’evidenza: quelle panchine sono pericolose, inutili e anche inguardabili. Nel senso che non solo sono bruttine ma proprio non si vedono!”. È infatti il commento della consigliera comunale della Lega Valentina Noce "all’ennesimo incidente verificatosi in tarda mattinata in Piazza Merlin, in cui è rimasta ferita una persona a seguito dell’impatto con la bicicletta su una delle panchine-fioriere posizionate dall’amministrazione comunale per impedire ai veicoli di accedere sulla piazza".

“Mi sono recata sul posto poco dopo l’accaduto, era presente l’ambulanza, per terra c’era una pozza di sangue - prosegue la consigliera Noce - è evidente la pericolosità del posizionamento di quegli arredi che non sono visibili, tanto che qualcuno ha pensato di ovviare al problema attaccandovi una sorta di nastro segnaletico con delle fascette di plastica che, evidentemente, non assolve alla funzione”.

Le considerazioni della consigliera sono condivise da molti cittadini che in effetti si sono imbattuti nelle panchine, talvolta scampando a incidenti con conseguenze gravi.

“Se fosse una mamma con un bambino a impattare rovinosamente su quelle panchine, che conseguenze potrebbero esserci? Inoltre la disposizione è del tutto inutile: che senso hanno le panchine fronte via Boscolo? Chi ne fa uso si ferma a contemplare il traffico che scorre a un metro dal suo naso o piuttosto vorrebbe godere della vista della fontana e del suo giardino?”.

La consigliera Noce pone una riflessione sulla pianificazione di Piazza Merlin e del contesto in cui è inserita: “Sembra che questa amministrazione proceda per tentativi. Non si tratta solo di sicurezza, di decoro e di buon gusto, è che manca una visione di come dovrebbe essere Piazza Merlin. Invece di diventare il salotto verde del centro cittadino, è diventata una zona di deposito: di cassonetti spuntati dal nulla, di cestini che vengono piazzati e spostati a caso, di panchine con fioriere di dubbio gusto e di comprovata pericolosità. Ho presentato interrogazioni in consiglio comunale sulla progettualità dell’area e sull’indecorosa sistemazione dei cassonetti, ed è stato ammesso ad esempio che i cassonetti non dovevano essere collocati sulla piazza però, a distanza di mesi, non vengono spostati. Sarà lo stesso anche per le panchine?”.

E conclude la consigliera Noce: “Questo immobilismo non paga, anzi, costerà caro al Comune se la persona offesa deciderà di chiedere il risarcimento dei danni.”

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0