17/05/2022

Podismo

Crippa, vittoria da 5 cerchi

L’evento preceduto dal “Correre in pineta” del circuito Adriatic Lng: 180 in gara

Crippa, vittoria da 5 cerchi

09/05/2022 - 09:40

PORTO VIRO - E’ stata una mattinata intensa e ricca di emozioni, quella che si è vissuta ieri a Porto Viro: dopo due anni di stop si tornava a disputare la “Correre in Pineta”, gara d’apertura del circuito “Adriatic Lng” 2022, alla quale è seguito il 5° Memorial “Paolo Fantinato”, circuito ad inviti internazionale.

Si parte, come tradizione, dal centro sportivo “Murazze” a sono i più piccoli ad aprire la giornata agonistica. Di seguito il via della corsa agonistica con il suggestivo percorso di 8 km diviso in due giri, con gli impegnativi passaggi all’interno della pineta di Fornaci. A livello assoluto si confermano i vincitori dell’ultima edizione del circuito, Rudy Magagnoli e Nadya Chubak. Il ferrarese della Triiron controlla nel primo giro, il trevigiano Alvaro Zenoni e lo stacca nel finale andando a vincere in 27’,06”: secondo arriva Zenoni (Hr Robert, 27’,21”) mentre sul terzo gradino del podio sale il rodigino della Run It, Luca Favaro, in 27’,37”.

Tra le donne largo il successo della Chubak: l’italo ucraina della Lughesina trionfa in 29’,46”. Alle sue spalle Jacklin De Marchi (Jesolo Triathlon, 33’,13”) e Sonia Marongiu (Atl. Brentella, 33’,32”). Tra i gruppi prima l’Avis Taglio di Po davanti ai Podisti Porto Tolle.

Dopo la gara degli amatori, che ha visto 180 partecipanti, lo spettacolo dell’atletica mondiale dedicato allo scomparso dirigente e allenatore rodigino Paolo Fantinato. Si parte con la corsa femminile e sui 3300 metri si assiste ad una gara entusiasmante; la keniana Veronicah Maina parte a spron battuto a vince il traguardo volante al secondo giro. Non demorde, però, alle sue spalle, l’azzurra Joyce Mattagliano che nel giro finale completa la rimonta andando a trionfare tra il tripudio del numeroso pubblico presente: 10’,17” il tempo della portacolori del Gs Esercito, seconda la Maina in 10’20”, terza l’altra azzurra del mezzofondo, Elisa Bortoli (10’,43”). Ultima gara in programma i 5000 maschili: cast di altissimo livello e partenza a ritmi esagerati, 2’30” al km. Traguardo volante che va Soufiane El Aoufi che poi rallenta e lascia il passo alla splendida prestazione dell’azzurro Nekagenet Crippa che trionfa con l’eccellente crono di 13’59”: sul podio due keniani di altissimo livello, Roger Manyo (14’,24”) e Sammy Meli (14’,30”) mentre a mandare in visibilio il pubblico ci pensa il marocchino Brahim Taleb, a Porto Viro da molti anni ed in forza all’Avis Taglio di Po. Taleb compie una grandissima rimonta che lo colloca al quarto posto in 14’,39”.

Non ci può essere che soddisfazione per Maurizio Preti, patron del circuito ed organizzatore instancabile della manifestazione, che si è avvalso della collaborazione dell’amministrazione comunale e dell’aiuto di tanti amici e volontari: altrettanto si può dire per Saaid El Bouhali, che ha voluto fortemente il Memorial per ricordare al meglio la figura di Paolo Fantinato che è stato, per molti anni, il suo mentore. Ottima coppia di speaker, con Silvia Riccò, ex triathleta di livello e Daniele Trevisi che hanno tenuto sempre viva l’attenzione durante la mattinata: presenti alle premiazioni il vice sindaco di Porto Viro, Doriano Mancin, insieme a Giorgia Fonsatti per l’Adriatic Lng.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0