17/05/2022

IN 3 MINUTI - 05/05/22

05/05/2022 - 18:59

BIMBO NASCE IN AMBULANZA

Questa volta, il soccorso è diventato una festa. Per l'equipaggio del 118, spesso chiamato a intervenire su incidenti, lutti, è stata un'alba felice. Nella prima mattinata di giovedì 5 maggio in ambulanza è venuto alla luce un bimbo. Il Suem, infatti, è stato chiamato dalla mamma, una nigeriana, che ha già tre piccoli e ha chiamato l’emergenza sanitaria. Praticamente c'è stato solo il tempo di farla salire a bordo, prima che il nascituro decidesse di venire alla luce. Non è stato un parto complicato e il medico del Suem 118 e l'infermiera hanno assistito al meglio al partoriente, per poi provvedere subito a riscaldare il piccolo e a trasportarlo al pronto soccorso pediatrico.  Lui e la mamma sono stati poi presi in carico dal reparto di Ostetricia, dove attualmente si trovano. Stanno bene e tutto è andato nel migliore dei modi. Oggi, per una casualità felice, è la giornata dedicata all’Ostetricia. Quale miglior modo per festeggiarlo?

BANCAROTTA FRAUDOLENTA, PER UN’AZIENDA EDITORIALE RODIGINA

A conclusione di indagini da tempo avviate sotto la guida della Procura della Repubblica, i finanzieri del Comando Provinciale di Rovigo hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari di Rovigo - Dr. Raffaele Belvederi - nei confronti di un’azienda rodigina - dichiarata fallita nel 2020 - esercente l’attività di concessionaria di pubblicità. La vicenda è quella di Digital Ink, società che editava il quotidiano online Rovigooggi, pioniere dell'informazione telematica in Polesine. Il fallimento è stato proclamato nel 2020 e, attualmente, sono in corso le pratiche per esperire l'asta della testata. A quanto si apprende della delicata indagine condotta dalle Fiamme Gialle, gli accertamenti avrebbero consentito di istituire un collegamento di interesse investigativo tra Digital Ink e la nuova società, Rovigooggi.it, che edita il quotidiano online Rovigo.news.

IL CARO BOLLETTE METTE IN GINOCCHIO LA LAVANDERIA INDUSTRIALE

Un aumento del 600% della bolletta del gas, il raddoppio di quella dell’energia elettrica. E la bolletta da 13mila euro arriva a 80mila euro. E’ il disastro per un’azienda 45 dipendenti da mandare avanti senza l’aiuto di nessuno. E con nessuno, è evidente, si intendono le istituzioni: dal governo alle associazioni. Nessun provvedimento se non, quello di questi giorni, relativo al credito d’imposta che è un aiuto “a posteriori” si sconterà nel tempo e non aiuta la liquidità. Roberto Rossi insieme al fratello Giorgio, sono titolari di Blue Jeans Lavanderie Industriali Srl, una splendida realtà imprenditoriale che però soffre maledettamente il caro energia.

SPACCIO AL BAR, 450 CESSIONI 4 MISURE CAUTELARI

Nella mattinata di giovedì 5 maggio, i Carabinieri della Compagnia di Adria, unitamente al nucleo carabinieri cinofili di Torreglia, a conclusione di una attività investigativa hanno dato esecuzione a quattro misure cautelari, emesse dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale della Repubblica di Rovigo, nei confronti di altrettanti soggetti di origine marocchina ritenuti responsabili di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in un esercizio pubblico sito nel comune di Porto Viro. Lo rendete noto la comunicazione dei carabinieri. "450 le cessioni di sostanza stupefacente - prosegue la comunicazione - documentate nei confronti di clienti provenienti dalle  province di Rovigo, Venezia e Ferrara, ed in alcuni casi anche minorenni.

ARRESTATI I LADRI DI AUTO E D’APPARTAMENTO

Nei giorni scorsi i carabinieri della sezione operativa della compagnia di Rovigo, coadiuvati dalle stazioni di Papozze e Fratta Polesine, a conclusione di un’articolata attività hanno tratto in arresto una giovane coppia di etnia sinti, destinataria di ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari per furto e tentato furto su autovetture e in abitazione in concorso, emessa dal giudice per le indagini preliminari. I due da gennaio a marzo 2022, si sono resi responsabili di numerosi furti e tentati furti, commessi ai danni di abitazioni private e veicoli in sosta. I furti sono stati commessi in varie province del veneto, precisamente in quelle di Rovigo, Padova e Vicenza".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0