16/05/2022

Il caso

Sfregiato con la "Z" il monumento agli Alpini: lo sdegno di Zaia

Il governatore: "Ferita nell’animo di tutti coloro credono nei valori della pacifica convivenza".

Sfregiato con la "Z" il monumento agli Alpini: lo sdegno di Zaia

Il monumento agli Alpini, ribaltato e sfregiato con la "Z"

15/04/2022 - 18:49

“Che un simbolo di pace e fraternità, costruito da chi come gli Alpini ha conosciuto la guerra, venga sfregiato e distrutto da chi si ostina a portare avanti un’altra guerra è un messaggio terribile che, insieme alla morte di tante persone, una volta di più, ci dice che questo assurdo conflitto deve trovare al più presto la parola fine”. Così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta la notizia dell’oltraggio al cippo in ricordo di tutti i Caduti, costruito a Rossoch dall’Associazione alpini.

“Quel luogo è testimone dei combattimenti della seconda guerra mondiale – prosegue il governatore Zaia – ma anche di solidarietà, riconciliazione, fratellanza tra coloro che si erano combattuti. Il cippo sfregiato sorge di fronte all’asilo costruito dai volontari delle nostre Penne nere a distanza di mezzo secolo dal secondo conflitto mondiale. Questo sfregio è una ferita nell’animo di tutti coloro credono nei valori della pacifica convivenza. Esprimo tutta la mia solidarietà agli Alpini dell’Ana, certo il loro spirito e la loro forza d’animo saranno pronti a restaurare il monumento quando, come ci auguriamo, anche questa triste guerra sarà finalmente conclusa”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0