17/01/2022

Rovigo

La carica dei 266 docenti

Tra i nuovi arrivi nella scuola anche tanti giovani neo-laureati

La carica dei 266 docenti

29/11/2021 - 14:53

ROVIGO - Sono 266 i docenti dei vari ordini di scuola, neo-assunti nell’anno scolastico in corso che martedì 30 novembre inizieranno il loro percorso di formazione di 50 ore, preludio per affrontare l’anno di prova finalizzato all’ingresso nei ruoli della Scuola. Un bel plotoncino certamente, come non si vedeva da alcuni anni, quasi il 10% del totale degli insegnanti in organico di diritto nella provincia di Rovigo. Molti sono professori con già alle spalle vari anni di insegnamento, ma, per effetto dei concorsi banditi nei mesi scorsi, ci sono anche tanti giovani neo-laureati, che certamente contribuiranno a portare nuove energie nelle scuole polesane.

Sono divisi in tre gruppi, che martedì 30 novembre inizieranno in contemporanea la formazione. I tre gruppi sono affidati ai tre poli formativi provinciali: il “P. Levi” di Badia, con il coordinamento del Dirigente Amos Golinelli; l’IIS DE AMICIS di Rovigo con il coordinamento del Dirigente Osvaldo Pasello; il Liceo “Bocchi-Galilei” di Adria, con il coordinamento della Dirigente Silvia Polato. Nel primo incontro (3 ore, a distanza) i tre Dirigenti Scolastici daranno tutte le indicazioni sull’anno di prova, illustrandone finalità e percorso. Un bel segnale che si sia deciso di partire tutti insieme nei tre Poli formativi provinciali, “P. Levi”, “De Amicis” e “Bocchi-Galilei”, per un coordinamento che proseguirà certamente anche nelle fasi successive del periodo di prova.

I docenti neo-assunti continueranno, infatti, poi la loro formazione con altre 12 ore laboratoriali incentrate su: Educazione sostenibile; inclusione, Bisogni Educativi Speciali, gestione della classe e dinamiche relazionali; innovazione della didattica delle discipline e valutazione finale degli apprendimenti; metodologie e tecnologie della didattica digitale e loro integrazione nel curricolo. Ulteriori 20 ore saranno svolte attraverso la piattaforma on line dell’ ente formatore ministeriale, Indire; e le ultime 12 ore con un docente-tutor in aula.

Alla fine dell’anno di prova, tra giugno e agosto, colloquio davanti al Comitato di Valutazione delle rispettive istituzioni scolastiche. Il percorso annuale per i docenti neo-assunti non è, come si vede, banale. Ciò è tanto più significativo se lo si affianca alle indubbie complessità che tutto il sistema educativo sta attraversando, un po’ per la pandemia e, non meno, per i tanti cambiamenti in atto.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette