28/11/2021

ROVIGO

"Possiamo e dobbiamo essere una città turistica"

Importante momento di confronto al museo dei Grandi fiumi

"Possiamo e dobbiamo essere una città turistica"

21/11/2021 - 15:19

Nei giorni scorsi al Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo si è svolto un incontro sul tema “Territorio Turismo e Cultura, un nuovo modello di sviluppo”, promosso da AreAArte magazine, dal Circolo di Rovigo in collaborazione con Confercenti Rovigo. Il Vicepresidente di Confesercenti Rovigo Venezia Vittorio Ceccato nel suo intervento d’apertura ha sottolineato come il patrimonio culturale italiano non sia sviluppato a sufficienza e pertanto occorre l’impegno di tutti, pubblico e privato, per valorizzare il territorio ed in particolare le potenzialità turistiche di Rovigo, della sua Provincia e del Delta del Po.

Il Presidente del Circolo di Rovigo Paolo Avezzù ha ricordato l’impegno, nella sua esperienza di Sindaco di Rovigo, di fare di Rovigo una città turistica. In questo ha citato due passaggi fondamentali. Il primo è stato l’approvazione della Legge regionale nel 2003 in forza della quale Rovigo ha potuto fregiarsi del titolo di “città d’arte”. La seconda l’intuizione, grazie al decisivo suggerimento del prof.Sgarbi ed al grande contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, di fare di Palazzo Roverella, finalmente restaurato, la sede di mostre di livello nazionale. In 15 anni e con 17 grandi mostre sono venuti a Rovigo quasi 800 mila visitatori, di cui oltre il 60% da fuori Rovigo. Una opportunità non ancora sfruttata pienamente se un giornale di alcuni giorni fa – ha concluso Avezzù – titolava “Le mostre d’autore trascinano il turismo, ma mancano idee per trattenere i visitatori”.

Da ultimo Giulio Martini di AreaArte ha innanzitutto illustrato il progetto di aver messo in rete 128 musei del Triveneto, oltre ad avere convenzionato, con una card di AreaArte che dà accesso con sconti a tutti i servizi, oltre a mostre e musei anche la ristorazione ed il settore alberghiero, il commercio ed i servizi alla persona. In forza di questa rete è possibile far conoscere le ricchezze culturali del nostro territorio, vera occasione di sviluppo turistico ed economico. Da ultimo Martini, sulla scorta di esperienze di altre città, la lanciato la provocazione dell’idea del biglietto gratuito o con facilitazioni per i residenti di Rovigo per l’ingresso a mostre e musei, in modo che i cittadini di Rovigo siano i primi promotori delle ricchezze culturali della città.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette