Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

OCCHIOBELLO

Polesine, il setting di molte storie

Diego Crivellari: "Il nostro Delta è fonte d'ispirazione per diversi scrittori"

Uno scenario che conquista i romanzieri

OCCHIOBELLO - "La memoria deve essere mantenuta, ma a sett'antanni da quell’anno zero per il Polesine, dobbiamo chiederci dove siamo arrivati e quali conquiste il territorio abbia raggiunto". Diego Crivellari ha presentato a Occhiobello "Scrittori e mito nel delta del Po", edizioni Apogeo, invitando a una riflessione sull’oggi: da un lato è stata raggiunta una maggiore sicurezza del territorio, ma dall’altro è stato fatto un salto culturale avvenuto anche grazie all’istituzione di corsi di laurea a Rovigo.

Crivellari, spiegando la genesi dell’opera, ha parlato di un nuovo interesse romanzesco per il delta, non solo i classici come Bassani, Soldati, Bacchelli, ma anche giovani scrittori stanno ambientando storie nel delta e dintorni: Germana Urbani, padovana, e il ferrarese Marco Belli hanno proposto certa parte della provincia di Rovigo come sfondo delle trame.

Crivellari, inoltre, facendo una carrellata delle ventuno parole del dizionario, si è soffermato su alcune tipicità del delta, come gli aironi, le valli, le zanzare, ma anche la cucina e quell’atmosfera di gotico padano che ha ispirato cinema e letteratura. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy