28/11/2021

GRANZETTE CALCIO A 5

Tutto vero, prime a punteggio pieno!

Il sogno delle Rodigine in onda su Sky, che ha così immortalato l'entusiasmo delle giocatrici dopo la vittoria

Se è un sogno, non svegliateci!

09/11/2021 - 17:35

GRANZETTE - Terza giornata del Campionato di Serie A con le ragazze del Granzette calcio a 5 che, nonostante il turno casalingo, sono in trasferta a Salsomaggiore per esigenze televisive dovute alle riprese Sky.

Umori e situazioni opposte tra le due contendenti con le milanesi, compagine storica nel futsal nazionale, reduci da due sconfitte mentre le polesane si presentano con un bottino di due vittorie conseguite contro il Tiki Taka Francavilla e contro l’Audace Verona. Gara delicata che si giocherà quindi su due temi ben precisi, la necessità di immediato riscatto da una parte e il bisogno di conferme rassicuranti dall’altra.

Calcio d’avvio dato dall’arbitro Martina Piccolo, della sezione di Padova, e primi minuti sottotono del Granzette che deve familiarizzare con il fondo in linoleum, meno veloce e con un grip accentuato rispetto all’abituale parquet. Il Kick Off si dimostra molto concentrato con una buona fase di possesso che porta a due tiri verso la porta difesa da Grandi. Le Rodigine piano piano prendono le misure alle avversarie e al 4’ si portano in vantaggio con un goal di Pereira che capitalizza un invito dall’esterno di Da Rocha. Giusto un minuto e al 5’ le lombarde trovano il pareggio con un’incursione sulla destra che mette l’ottima Vanelli in condizione di scoccare un forte tiro in diagonale sul quale nulla può l’estremo difensore neroarancio.

La gara prosegue su ritmi elevati, giocata da ambedue le formazioni senza risparmio e con continui capovolgimenti di fronte uno dei quali, grazie a una palla in profondità giocata su Troiano al 6’ permette alla giocatrice di Granzette di riportare in vantaggio sul 2 a 1 la propria squadra. Le conclusioni si susseguono da una parte e dall’altra e per il Granzette si mettono in evidenza, in questa fase della gara, Gasparini, Da Rocha, Iturriaga e capitan Andreasi. Il team di Marzuoli sembra
soffrire soprattutto la fascia destra da dove si innescano le azioni più pericolose del Kick Off. Al 14’ palo colpito da Buzignani e per la cronaca saranno ben sei i legni marchiati dalle Venete nell’arco della partita.

In avvio di ripresa il Granzette fatica a controllare la pressione delle giocatrici di mister Riccardo Russo che trovano il pareggio del 2 a 2 al 4’ con Ziero abile a capitalizzare una palla persa ingenuamente dalle avversarie. Le Lombarde spingono ma la formazione di coach Marzuoli sembra aver ritrovato equilibrio in fase difensiva e determinazione in attacco. Nei minuti successivi una scatenata Da Rocha ruba la scena a tutte le protagoniste in campo sciorinando un repertorio da grande
attaccante con quattro conclusioni di cui una fermata dalla traversa.

La Brasiliana ancora sugli scudi all’11’ quando si libera con forza e abilità tecnica di due avversarie
per servire una palla in mezzo dove il guizzo di “cobra” Longato diventa letale e porta nuovamente in vantaggio il Granzette sul 3 a 2. Non china la testa il Kick Off e risponde con veemenza chiamando in causa il portiere neroarancio Grandi, che al 12’, deve rispondere con un doppio intervento, prima su un tiro insidioso dalla distanza e poi sul successivo calcio d’angolo.

Le Polesane amministrano il match con saggezza tattica e grazie a una varietà di soluzioni offensive si portano al 13’ sul 4 a 2 con un delizioso tocco di esterno in controbalzo di Troiano innescato da una
intelligente verticalizzazione di Buzignani. Scelta obbligata per le Milanesi con il portiere di movimento; Granzette subisce il forcing avversario che al 15’ trova uno spiraglio con un tiro da sinistra di Annese; palla che si infila tra il primo palo e il portiere Grandi siglando il 4 a 3. Partita apertissima ma i meccanismi difensivi delle Rodigine sono oliati bene e la cronaca segna al 17’ un importante intervento di Grandi su tiro di Vanelli e, subito dopo, un doppio palo di Buzignani e Troiano.

Il suono della sirena finale scatena l’entusiasmo del Granzette e dei suoi sostenitori per una vittoria che mantiene la squadra al vertice della classifica a punteggio pieno. La gioia aumenta in casa neroarancio con l’assegnazione meritatissima del premio di miglior giocatrice della partita a Dayane Da Rocha, una prestazione straordinaria la sua a dimostrazione di come i grandi attaccanti, anche quando non figurano nel tabellino dei marcatori, possono risultare indispensabili alla vittoria della propria squadra.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette