Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

L'APPELLO

"Aumentare i giorni di pesca o il settore morirà"

Intervento dei consiglieri regionali del Pd e della Pega, per chiedere misure urgenti

“Raddoppio del fermo pesca: rovinoso”

I consiglieri regionali del Pd Jonatan Montanariello e Francesca Zottis lanciano l’allarme per il settore della pesca. Un settore trainante per il Bassopolesine e per il Chioggiotto, ma che sta attraversando un momento estremamente difficile. “Tra aumento del gasolio e riduzione delle giornate di pesca - spiegano infatti i due consiglieri Dem, nella propria analisi - il settore ittico continua a subire colpi pesanti. Le istituzioni, tutte, devono trovare soluzioni che non penalizzino ulteriormente un comparto già alle prese con cali drammatici di fatturato”. “Di questo passo - prosegue l’analisi - rischia di implodere, è impossibile non accorgersene”. I consiglieri riaccendono i riflettori sulle intenzioni dell’Unione Europea di ridurre lo sforzo di pesca: “è un settore fondamentale per l’economia del Veneto – spiegano - abbiamo il più grande mercato e la maggiore flotta ittica d’Italia e dobbiamo tutelarlo. È dal 2018 che lo sforzo di pesca diminuisce, cala il numero di lavoratori in mare e gli stock ittici non aumentano. Probabilmente il problema è da ricercare altrove. Se continuiamo a ‘tagliare’ le giornate di lavoro, oltre a ridurre i già bassi ricavi, gli oneri fiscali peseranno sempre di più”.

“Un ‘combinato’ micidiale se unito all’aumento folle del prezzo del gasolio”. “È evidente - aggiungono Montanariello e Zottis - che in queste condizioni diventa poco conveniente per gli armatori andare in mare, soprattutto nei periodi in cui la pesca è meno abbondante e la domanda inferiore. Sono problemi comuni a tutte le marinerie dell’Adriatico, è perciò indispensabile che venga fatto un fronte unico portando i temi all’attenzione non solo delle rispettive Regioni, ma anche del Governo e dell’Europa”.

Un grido di allarme al quale si è unito pienamente e in maniera accorata anche il consigliere della Lega Marco Dolfin.

“A questo punto - spiega, infatti - ovviamente, la Politica tutta deve per forza fare la propria parte. Non possiamo permetterci il lusso di far morire definitivamente un comparto importantissimo e tutto l’indotto e la filiera produttiva della Pesca che ne segue”.

“Dobbiamo interagire con più determinazione con l’Europa e soprattutto con il Governo centrale. Anche in occasione dell’ultimo Consiglio Regionale si è presentata e votata, da parte di tutto il Consiglio, una mozione a sostegno appunto del Settore Pesca ; dimostrazione che è un tema che è seguito da vicino”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy