25/10/2021

Rovigo

Elezioni in "rosso" per il Pd: verso una nuova segreteria

La debacle elettorale del Pd in Polesine spinge il partito a ritrovare nuovi equilibri

Il Pd si fa i conti in tasca e punta verso il congresso

10/10/2021 - 10:40

ROVIGO - La tornata elettorale per il Pd è andata male in Polesine. Un dato in controtendenza rispetto ai risultati nazionali, ma in linea con le difficoltà in Veneto. Ed ora i dem si preparano alla fase congressuale, entro gennaio per quel che riguarda la segreteria veneta, a seguire si celebreranno i congressi provinciali e di circolo. In Polesine già scontata la candidatura di Angelo Zanellato, che punta ad una riconferma alla guida dei dem. La sinistra, invece, quella legata all’area Azzalin, non ancora deciso se mettere in campo una propria lista alternativa con un candidato che possa rivaleggiare con Zanellato.

Per fare il punto della situazione l’altra sera gli esponenti della sinistra Pd si sono riuniti a Pontecchio (fra i presenti Azzalin, Montagnolo, Zaninello, Murciano, Salvaggio, Osti, Ghirotto). Un vertice per analizzare il risultato elettorale in Polesine e le mosse in vista del congresso. Una dura critica è stata mossa alla segreteria Zanellato per i risultati negativi del voto di domenica scorsa. Il Pd si è confermato in maggioranza in due soli Comuni, San Martino di Venezze e Villamarzana, ha però dovuto subire la sconfitta di Canaro, dove è passato all’opposizione, e degli altri Comuni dove puntava ad ottenere un risultato migliore in termini di consenso.

Per quel che riguarda il congresso, invece, gli attuali rapporti di forza sembrerebbero scoraggiare la discesa in campo di un possibile candidato della sinistra interna (i numeri lo darebbero sconfitto in partenza), anche se nei giorni scorsi era girato il nome di Lorenzo Murciano come possibile rivale di Angelo Zanellato. Per quel che riguarda le modalità di voto è stata esclusa la possibilità delle primarie, potranno scegliere le segreterie solo gli iscritti al partito. Una modalità spiegata da Raffaela Salmaso, presente in qualità di esponente del vertice regionale del Pd.

Ecco allora che l’attuale minoranza dem al momento resta alla finestra, cercando di allargare la propria base di consenso. Non sono mandate sottolineature relative alla situazione dell’amministrazione comunale di Rovigo, sempre in preda alle turbolenze per i non buoni rapporti fra i vertici provinciali della sede di galleria Balotta e il sindaco Gaffeo. Le voci di un possibile rimpasto di giunta, infatti, continuano a circolare anche senza un punto di approdo definito. Da parte sua Angelo Zanellato ha più volte ribadito la sua intenzione di candidarsi per la segreteria provinciale. E nelle prossime settimane inizierà la vera e propria fase di avvicinamento al congresso. E pare destinata a crescere anche la platea degli aventi diritto al voto a seguito del rinnovo di molte iscrizioni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette