25/10/2021

CORONAVIRUS

In Veneto, mai così pochi vaccini

Dall'inizio, a marzo, della campagna di immunizzazione di massa, siamo ai minimi storici

"Il pericolo vero è il covid, non il vaccino"

28/09/2021 - 15:31

Mai così pochi vaccini, in Veneto, dal 20 marzo in qua. Da quando, cioè, la campagna vaccinale è diventata di massa, e non riservata soltanto agli operatori sanitari e alle categorie più fragili.

La scorsa settimana, infatti, nella nostra Regione sono state 116.316 le dosi inoculate. Un record negativo, anche se confrontato ai dati relativi al periodo successivo all’8 agosto, quando il numero di dosi giornaliere è crollato rispetto a prima. Se fino a luglio il Veneto veleggiava mediamente ben oltre le 300mila dosi di vaccino a settimana (con un calo a quota 280mial nell’ultima settimana di quel mese) dalla settimana di Ferragosto la quota delle vaccinazioni si è dimezzata, raggiungendo le 152mila dosi nella settimana che si è conclusa proprio il 15 agosto per scendere ulteriormente a 123.190 nei sette giorni successivi. Poi, finito il periodo delle ferie, una lenta crescita: 148mila le dosi somministrate la quarta settimana di agosto, 161mila quelle relative alla prima settimana di settembre, 177mila quelle registrate la settimana successiva, quella precedente all’inizio delle scuole. Poi un nuovo tonfo: 131mila le inoculazioni tra il 13 e il 19 settembre. Per arrivare alle 116mila degli ultimi sette giorni. Il numero più basso da marzo in qua. Dopo il 22 marzo, infatti, la campagna vaccinale aveva preso slancio, salendo praticamente sempre sopra le 180mila vaccinazioni settimanali. Ora, lo stop. Del resto, con l’81,4% degli over 12 giò vaccinato, resta soltanto il 18% dei veneti da vaccinare. Tra questi, gli irriducibili no vax. A cui arrivare è sempre più difficile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette