28/10/2021

IL PROGETTO

Il futuro dell'agricoltura passa da qui

Importante incontro, tra transizione "green" e Pnrr

Un patto per rilanciare i consorzi e tenere alta la bandiera dell'agricoltura italiana

28/09/2021 - 18:33

Salvaguardia dell’ambiente e agricoltura, PNRR, credito finanziario e sviluppo occupazionale ed economico: sono i cardini sui quali si impernia un ambizioso progetto portato avanti dalla Federazione nazionale Maestri del Lavoro con il patrocinio, tra gli altri, di Confagricoltura Rovigo. Il console provinciale dei Maestri del lavoro, Flavio Ambroglini, ne ha fornito i principali elementi nella conferenza stampa tenuta a Palazzo Manfredini, sede di Confagricoltura, con il presidente degli imprenditori agricoli Stefano Casalini, in vista del convegno del 1° ottobre alla Gran Guardia. 

Venerdì prossimo alle 10 sarà infatti trattato il tema “Bionergia e transizione ecologica” all’interno del progetto Scuola, lavoro e sicurezza 2021-2022. Marianna Pulsinelli, esperta nel settore della produzione di energia elettrica da biogas, ha anticipato via telefono i temi che tratterà quando parlerà alla platea (composta anche dagli studenti dell’Istituto agrario “Ottavio Munerati” di sant’Apollinare) di progettazione e gestione degli impianti di biogas alla luce del rispetto per l’ambiente, in particolare sottolineando la “circolarità” della produzione degli impianti, i cui sottoprodotti possono essere reimpiegati come compost e rimessi quindi nel terreno. 

Ambroglini ha sottolineato i possibili interventi a livello di ricerca, con il coinvolgimento del CUR, nonché l’importanza fondamentale del credito per favorire gli investimenti, anche consistenti, delle aziende agricole in questo settore: Fabrizio Lando e Luca Moroni, di BCC ANNIA si sono detti disponibili a venire incontro alle esigenze degli imprenditori.

Il presidente di Confagricoltura Stefano Casalini ha infine sottolineato l’importante contributo alla transizione ecologica che potrebbe arrivare proprio dall’agricoltura: “Noi non siamo nuovi in fatto di rispetto dell’ambiente” ha detto. “A Porto Viro già esiste un impianto di biogas da 1 megawatt. Il problema è sostituire gli idrocarburi: come agricoltori lo sforzo è quindi contribuire per raggiungere questo obiettivo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette