20/10/2021

OCCHIOBELLO

La terra tra i due fiumi, il progetto alla Mostra del cinema di Venezia

Il club Lions Santa Maria Maddalena e De Laurentis hanno presentato "Po e Adige verso la foce: territorio tra due fiumi"

La terra tra i due fiumi, il progetto alla Mostra del cinema di Venezia

17/09/2021 - 09:57

OCCHIOBELLO – Il club Lions Santa Maria Maddalena ha partecipato alla mostra del Cinema a Venezia per presentare il progetto “Po e Adige verso la foce: territorio tra due fiumi”. Dall’Hotel Excelsior del Lido, il regista Ferdinando De Laurentis, la consigliera regionale Laura Cestari, lo studioso del Polesine e socio Lions Giuliano Avanzi con l’ex presidente Lions Luca Sgarbi, hanno spiegato in cosa consiste il progetto, ovvero un percorso nel segno dell’acqua - come ricorda Avanzi - “che ha plasmato il territorio e la cultura incidendo sul sistema sociale e diventando elemento distintivo di un angolo ancora incontaminato dove green economy e sostenibilità possono diventare parole chiave per il suo rilancio e sviluppo”.

Avanzi ha continuato descrivendo il Polesine attraverso gli elementi che lo distinguono e lo rendono unico nel Veneto: la morfologia del territorio combinata con i fenomeni antropici e climatici, oltre alla forza dell’acqua. “Il Polesine va difeso e protetto e valorizzato - continua Avanzi- per costituire una risorsa e non un limite”. Il progetto dei Lions, vuole coinvolgere le Istituzioni, le forze socio economiche, culturali e ambientali per leggere il futuro e poterlo disegnare oggi. Il presidente Luca Sgarbi ha evidenziato che il progetto” farà leva sulla cultura e la scuola a servizio di progetti innovativi e rispettosi dell’ambiente e della qualità della vita; sulle arti audiovisive, sul pensiero, e sulle esperienze per definire il Polesine del futuro”.

Si faranno incontri a tema alla presenza di esperti aperti alle esperienze del territorio, attraverso sistemi moderni di comunicazione che possano giungere velocemente a tutti e, in particolare, ai giovani contribuendo alla nascita di un amore incondizionato per le nostre radici. “E’ fondamentale garantire che le giovani generazioni non abbandonino il territorio, ma contribuiscano alla sua rinascita”.

La consigliera Laura Cestari ha ribadito l’impegno della Regione: “la nostra piccola Mesopotamia è un punto strategico di connessione con i due fiumi che non devono dividere o separare ma unire le comunità che traggono la loro forza proprio da qui. Sono certa che iniziative come questa fanno e faranno crescere il territorio. Il Polesine è carico di opportunità ed è il momento di pensare al futuro”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette