20/10/2021

CNA PENSIONATI

"Caro energia, più 1.300 euro a famiglia"

"Una vera doccia fredda anche per i nostri pensionati", commenta preoccupata la presidente provinciale della Cna Pensionati di Rovigo Valeria Zanchetta

100437

17/09/2021 - 13:44

ROVIGO - Un aumento delle tariffe di luce e gas del +40% produrrebbe effetti a cascata sui listini al dettaglio causando una vera stangata complessiva sui bilanci delle famiglie, una preoccupazione ancora più grave per i pensionati, denuncia la Cna Pensionati di Rovigo. Un maxi-ritocco delle tariffe energetiche determinerebbe un maggior esborso annuo pari a circa +500 euro annui a carico di una famiglia con due figli solo per le forniture di luce e gas. Energia più cara si traduce tuttavia anche in maggiori costi per industria, trasporti, esercenti, e per l'intero sistema produttivo e distributivo, con ripercussioni sui prezzi al dettaglio e sulle tariffe.

Una vera doccia fredda anche per i nostri pensionati, per tutti i pensionati, commenta preoccupata la presidente provinciale della Cna Pensionati di Rovigo Valeria Zanchetta,  che nella stragrande maggioranza non navigano certo nell'oro. 
 
"Già da tempo   la Cna denuncia l’insostenibile peso della bolletta energetica, e da tempo propone soluzioni" -  "Ci aspettiamo l’avvio di azioni concrete , prosegue Zanchetta Valeria, per scongiurare l’impennata dei prezzi e  che vengano attuate  misure in grado di intervenire strutturalmente sulla bolletta. Una posizione, questa, sottolineata da Cna Pensionati che è molto preoccupata dal peso negativo che un tale onere avrebbe sui bilanci familiari di chi percepisce un reddito da pensione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette