17/09/2021

L'INCONTRO

“La Regione Veneto è in prima fila nella lotta contro le trivellazioni e non intende mollare di un centimetro”

La consigliera Cestari rilancia la sua posizione sulle concessioni per nuove perforazioni ed estrazione idrocarburi, dopo l’incontro alla sede dell’Ente Parco

Pandemia, Laura Cestari in commissione regionale

Laura Cestari

06/09/2021 - 15:15

PORTO VIRO - “La Regione Veneto è in prima fila nella lotta contro le trivellazioni e non intende mollare di un centimetro”. Laura Cestari rilancia in modo deciso la sua posizione in materia di concessioni per nuove perforazioni ed estrazione idrocarburi a margine dell’incontro odierno presso la sede dell’Ente Parco.  “Venezia ha iniziato la sua lotta tempo fa - così la consigliera regionale in forza a Liga Veneta per Salvini Premier - con l’assessore Corazzari per primo e ora con la sottoscritta e la collega Simona Bisaglia. Il referendum di qualche anno fa, come ben sappiamo, non è andato bene ma da allora qualcosa è cambiato e adesso le istituzioni locali fanno sistema contro i provvedimenti dei ministri Cingolani e Franceschini”. A tal proposito, la Cestari rileva come “siano in aperto contrasto con i dettami dell’UE e con l’agenda comunitaria e i suoi obiettivi in materia di ‘green’. La vicinanza della Regione è chiara a tutti ma fa piacere vedere che questa è ormai una battaglia senza casacche in cui tutti si allineano in posizione di aperto contrasto alle concessione come quella per la piattaforma Teodorico”. 

Laura Cestari, tra le altre cose, in materia di trivelle ha depositato una mozione su cui l’aula di Palazzo Ferro Fini si è espressa con un via libera all’unanimità. “Questo territorio, già abbastanza fragile di suo - conclude - ha già ampiamente dato il suo contributo nel tempo: pensare di insistere sulla linea delle estrazioni di Alto Adriatico significa ignorare la storia e i rischi connessi a questa pratica”. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette