25/09/2021

AMBIENTE

Agosto di fuoco dopo 65 anni

Un periodo prolungato di siccità che colpisce particolarmente il Grande fiume

Agosto bollente, il Po boccheggia

06/09/2021 - 00:23

DELTA - Il mese che è appena terminato è stato il terzo agosto più caldo degli ultimi 65 anni dopo quelli (record) del 1961 e del 1962. E il Po ne ha risentito, svuotandosi. In un mese, la portata del Grande fiume è calata del 10%. A soffrire, soprattutto l’area a sud del Po: in Emilia Romagna, le precipitazioni da marzo in qua sono calate del 45% rispetto alla media storica, con punte che, localmente, hanno raggiunto anche cali del 60%.

Ma la siccità, a quanto pare, sta per finire: è previsto infatti un imminente cambiamento delle condizioni meteorologiche. Nei prossimi giorni la presenza prolungata dell’anticiclone sul Mediterraneo, responsabile di questo lungo periodo caldo, arido e siccitoso, verrà insidiata da una circolazione instabile in approfondimento dall’Europa centrale verso l’Italia con maggiori possibilità di precipitazioni, che dovrebbero portare parziale ristoro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette