18/09/2021

LENDINARA

Progetto videosorveglianza, manca solo l'ok del Prefetto

Presentato a giugno, ma l'iter ha risentito dell'avvicendamento del Prefetto, che di recente ha fatto la sua prima visita a Lendinara

89128

Videosorveglianza

28/08/2021 - 10:49

LENDINARA - Videosorveglianza in standby. L'assessore competente Gino Zatta informa infatti che l'amministrazione sta aspettando che la Prefettura approvi il nuovo progetto. E' stato presentato a giugno, ma l'iter ha probabilmente risentito dell'avvicendamento del Prefetto, che di recente ha fatto la sua prima visita a Lendinara. Nel frattempo è stato redatto anche il nuovo regolamento per la videosorveglianza del Comune di Lendinara che sarà sottoposto ad approvazione nella prossima seduta del Consiglio Comunale, che dovrebbe riprendere i lavori a settembre.

Quanto alla videosorveglianza, Zatta ha ereditato dal suo predecessore una situazione in fase di sviluppo, quando già a fine 2020 si parlava del secondo stralcio del progetto esecutivo che prevede l’installazione di telecamere fisse di contesto, con un sensore da 4 e da 5 megapixel, ottica robotizzata grandangolare e illuminatore integrato, telecamere di lettura targhe, ripresa e analisi delle targhe di entrambi i sensi di marcia, analisi delle tabelle kemler (trasporti pericolosi).

Oltre all’installazione, nel progetto era prevista anche la sostituzione fisica del server esistente con un nuovo hardware con prestazioni quattro volte superiori, oltre che dell’apparato tecnologico wireless per una capacità superiore all’attuale e di ultima generazione. Si era parlato di sei varchi sul territorio, a Santa Lucia, San Lazzaro, nella piazza di Valdentro, a Treponti, sulla sr88 all’ingresso di Lusia e in via Canova e, nell’ottica di garantire una maggiore sicurezza pubblica, di telecamere in Riviera Del Popolo, al lato destro e sinistro dell’ex Pescheria e nella ciclopedonale in direzione del ponte dell’ex ospedale, in piazza Vittorio Veneto, in via Santuario, nel parco La Malfa, nella stazione dei treni, nel piazzale deposito della stazione, al parco di Saguedo e nel parcheggio del cimitero.

Zatta conclude precisando che è pronta per la firma la nuova convenzione con la parrocchia di Santa Sofia per l'utilizzo del campanile per la predisposizione delle nuove antenne, che saranno solamente sei di nuova generazione anziché trenta.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette