18/09/2021

Adria

Un abbraccio che trasmette passione ai giovani

L’immagine di Wembley tra Mancini e Vialli è stata rappresentata sulla facciata della sede del Bocar arena

Bocar Arena, l'abbraccio di Wembley apprezzato da Mancini

27/08/2021 - 08:58

ADRIA - Il Bocar juniors ha vinto il campionato più bello, quello più affascinante, quello più educativo, quello che rappresenta l’essenza del calcio e dello sport in generale. Anzi la bellezza del calcio e dello sport: la passione. E a scendere in campo, è proprio il caso di dirlo, per consegnare questo ideale trofeo è, nientemeno, il tecnico azzurro Roberto Mancini con un “Grazie” e tre cuori postati Instagram. Un grazie per quel murales apparso da qualche giorno sulla facciata della sede del Bocar arena in borgo Dolomiti: l’immagine riporta l’abbraccio di Wembley tra Roberto Mancini e Gianluca Vialli entrambi in lacrime di gioia per la conquista del campionato Europeo dell’11 luglio scorso, ai rigori a danni dell’Inghilterra, proprio nel tempio del calcio d’Oltremanica.

Così i ragazzi, oltre 200, dai 6 ai 18, dell’Accademia del calcio che ogni giorno accedono alla struttura di borgo Dolomiti, prima di oltrepassare il cancello possono ammirare quell’immagine che dà “un senso” come direbbe Vasco Rossi alla loro passione per il pallone. Quell’immagine è diventata anche motivo di orgoglio per tutta la città per la ribalta mediatica nazionale che tale iniziativa artistica ha avuto.

La geniale idea nasce al termine di un pranzo: attorno al tavolo ci sono Tito Livio Franzolin ed Simone Chieregato rispettivamente presidente e direttore generale del Bocar juniors insieme a Federica Sansoni della Wallabe urban art. Si cerca un’idea per dare ai ragazzi un qualcosa, un’immagine, che possa trasmettere la passione per il calcio. La lampadina dal genio si accende nella mente di Federica che propone l’abbraccio di Wembley. Tito Livio e Simone rimangono per qualche istante senza parole di fronte a una “giocata” degna di Maradona: questa – pensano – è proprio la ciliegina sulla torna che mancava al Bocar arena, bella e moderna struttura calcistica, autentica eccellenza sportiva a livello veneto.

“Le lacrime di Roberto Mancini e Gianluca Vialli sul prato di Wembley – commenta Federica - subito dopo il rigore decisivo parato da Donnarumma che ha consacrato l'Italia campione d'Europa, sono diventate un murales. Un abbraccio, la potenza di un'emozione forte e unica diventa esempio per le nuove generazioni di piccoli calciatori e futuri uomini: tutto questo rappresenta l'opera realizzata da Ozmo e fortemente voluta da Wallabe, che ha trovato importante sostegno nel Bocar juniors”.

Lunedì sera, su Sky sport, durante il collegamento con lo stadio Marassi di Genova per la partita Sampdoria-Milan, il conduttore in studio ha mandato in onda alcune immagini del murales. E così da giorni il telefonino di Franzolin squilla insistentemente da redazioni sportive e non solo per avere commenti e interviste. E ammette: “Sinceramente non mi aspettavo tanto clamore mediatico, ma altrettanto sinceramente devo ammettere che fa mi piacere non soltanto per il Bocar juniors ma per tutta la nostra città e per il Polesine offrire all’Italia un’immagine positiva della nostra città”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette