18/09/2021

NOMINE

Banca Adria Colli Euganei: il nuovo presidente è Mauro Giuriolo

Imprenditore agricolo e già presidente di Coldiretti, sarà affiancato da due vicepresidenti: Diego Broggiato e Raffaele Riondino

83190

Il nuovo presidente Mauro Giuriolo

20/08/2021 - 21:34

ROVIGO - Mauro Giuriolo è il nuovo presidente di Banca Adria Colli Euganei. Succede al dimissionario Giovanni Vianello. La nomina è stata decisa ieri mattina dal cda dell'istituto di credito. Giuriolo, imprenditore agricolo e già presidente di Coldiretti, sarà affiancato da due vicepresidenti, entrambi confermati: Diego Broggiato (vicario) e Raffaele Riondino.

Giuriolo, classe 1972, residente nella zona di Adria e già amministratire di Banca Adria Colli Euganei dal 2011, sarà affiancato dai due Vicepresidenti Diego Broggiato (vicario) e Raffaele Riondino. Laureato all’Università di Padova in Scienze agrarie, è stato fino al 2018 Presidente dell’Associaizione Coldiretti di Rovigo. Ha assunto l’incarico di Consigliere della Camera di Commercio di Venezia e Rovigo e di amministratore del Consorzio Agragio del NordEst. Attualmente è Presidente del Consorzio Polesano Difesa Produzioni agricole e revisore dei conti dell’Associazione Polesana Coltivatori diretti.

“Ho accettato con senso di responsabilità questo nuovo incarico- esordisce Giuriolo. Il Consiglio di amministrazione di Banca Adria Colli Euganei rimane un organo di confronto e di indirizzo, che stamattina ha ribadito nei fatti la volontà di voler impegnarsi e di lavorare per la crescita della nostra Banca. La salute e la solidità con cui Banca Adria Colli Euganei si presenta oggi ci dà modo di guardare al mercato e alle nuove sfide del futuro da una posizione privilegiata e con prospettive di valore.
Per questo oggi, a nome di tutti i colleghi e del personale che rappresento nelle nuove vesti di Presidente, desidero ringraziare il Presidente Giovanni Vianello, per tutto ciò che ha fatto per Bancadria prima e per Banca Adria Colli Euganei nell’ultimo periodo post fusione. Un progetto, quest’ultimo, lungimirante che ci ha proiettati verso una crescita non solo quantitativa rispetto a dati e masse amministrate, ma soprattutto qualitativa. Oggi, grazie al lavoro fatto negli ultimi due anni- prosegue il Presidente- siamo una Banca sempre più forte e radicata territorialmente, punto di riferimento dell’economia locale e vero motore di rilancio socio-economico e identitario. Proprio contando su questi presupposti e su questi pilastri continueremo a impegnarci con correttezza per conservare questo valore e per aumentarlo in senso prospettico. L’eredtà che abbiamo ricevuto sarà quindi valorizzata- assicura Giuriolo. I progetti non mancano, le capacità ci sono tutte. I segnali dall’economia che stiamo riscontrando nelle ultime settimane fanno ben sperare- continua il Presidente. Il movimento in tal senso nel nostro territorio è vivace e l’economia dà segni incoraggianti di ripresa. Lo riscontriamo internamente con una decisa inversione di tendenza rispetto alla richiesta di impieghi, che è tornata a salire, e alla propensione verso gli investimenti: ciò significa nel concreto infrastrutture, settore primario, edilizia e artigianato; anche il superbonus ha trainato la voglia di investire di famiglie e imprese. Il fatto che le masse amministrate di Banca Adria Colli Euganei siano cresciute di quasi 600 milioni di euro in appena due anni - continua il neo Presidente- ci restituisce l’immagine di una Banca dinamica, attiva sul fronte del sostegno al territorio e della capacità di meritare fiducia da parte di soci e clienti. Anche tutto il lavoro che la Direzione di Tiziano Manfrin e della sua squadra ha profuso per qualificare in modo importante la parte di relazione e dei servizi alla clientela, aprendo un punto di consulenza finanziaria e assicurativa a vantaggio dell’intero territorio, è un grande segnale di attenzione.
Il nostro impegno dunque è quello di dare priorità in questo momento al traino della ripresa, per consolidare gli ottimi risultati, già sviluppati nell’approvazione dell’ultimo bilancio consuntivo e della semestrale 2021- rilancia il Presidente Giuriolo. Per continuare a costituire il punto di riferimento per soci e clienti e di affidabilità per gli interlocutori economici e istituzionali, con i quali svilupperemo un dialogo sempre più proficuo, con lo sguardo rivolto all’efficienza, alla correttezza dei percorsi strategici, agli aspetti di sostenibilità a tutto tondo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette