25/09/2021

LENDINARA

Appena terminato il restauro, imbrattano il monumento in Riviera Mazzini

L’indignazione è scoppiata sui social, dopo la segnalazione degli abitanti

Imbrattato il “nuovo” monumento in Riviera Mazzini

20/08/2021 - 20:40

LENDINARA - Ieri mattina gli abitanti di Riviera Mazzini a Lendinara si sono svegliati con un Lorenzo Canozio un po’ imbrattato. Alcuni bambini, infatti, a quanto sembra emergere da una possibile ricostruzione dei fatti, si sono divertiti in serata a disegnare con gessetti colorati il basamento della statua all’illustre lendinarese, che solo da qualche giorno era stata liberata dalle impalcature e mostrata in tutta la sua bellezza dopo il restauro. L’indignazione è scoppiata sui social, dopo la segnalazione degli abitanti, che però avevano prontamente comunicato l’accaduto alla Polizia e all’amministrazione, che è immediatamente intervenuta inviando a pulire un dipendente comunale. I cittadini tuttavia hanno continuato a interrogarsi sul possibile autore del “misfatto”. Qualcuno si augura non sia lo scherzo di qualche adulto neanche troppo buontempone.

Più probabile, sembra, anche dall’altezza dei disegni, l’opera di qualche bimbo, magari dei tanti che la sera affollano la riviera per divertirsi in compagnia degli amici. Qualche bambino che deve evidentemente essere sfuggito alla sorveglianza degli adulti, che avrebbero dovuto controllare le sue azioni. Un bambino può non sapere su quale superficie sia opportuno disegnare o meno, e per questo l’intervento di un adulto è essenziale per educarlo al rispetto delle cose pubbliche e della comunità.

“È stata una cosa che non si fa in una comunità dopo tutti gli sforzi per mettere in ordine – ha commentato il sindaco Luigi Viaro – Si può condividere o meno le cose che si fanno, ma se non si condivide non bisogna andare contro. Non so se siano stati ragazzini o adulti, ma il clamore che hanno sollevato questi due scarabocchi di gesso mi fa capire che si sta reagendo come comunità. Il gusto del bello non è solo del sindaco o di qualche assessore, ma è della comunità, e quello che è della comunità è di tutti e le cose vanno rispettate. Lo stesso clamore dovrebbe farlo quello che i nostri cagnolini lasciano per strada, le cartacce, i cestini stracolmi la sera. Dovrebbe vederci tutti protagonisti”.

La ditta specializzata Tisato Massimo di Verona, dopo essere intervenuta sulle statue di Giuseppe Garibaldi e Lorenzo Canozio sta proseguendo con Giuseppe Marchiori, davanti al teatro. I restauratori si sposteranno quindi nella zona del Santuario con una risistemazione dei monumenti dedicati ai due coniugi del Risorgimento italiano, Alberto Mario e Jessie White Mario.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette