18/09/2021

COMUNE DI ROVIGO

“Cofipo è disponibile ad organizzare la fiera d’ottobre”

Ma le difficoltà per organizzarla mettono un punto di domanda sulla manifestazione, annullata nel 2020 causa pandemia

Luna Park 9

19/08/2021 - 15:06

ROVIGO - “Cofipo è disponibile ad organizzare la fiera d’ottobre”. Giancarlo Zanella vicepresidente di Cofipo conferma la disponibilità ad organizzare il prossimo Ottobre rodigino, il serpentone di bancarelle destinato ad animare e colorare il centro di Rovigo. Però poi precisa “Organizzeremo fatte salve le condizioni generali legati al Covid, agli aspetti della sicurezza e ai regolamenti comunali”. Piena disponibilità, quindi, ma senza dare nulla per scontato.

Le difficoltà di organizzare la fiera, infatti sono più di una, e di fatto mettono un punto di domanda sulla realizzazione della manifestazione, annullata nel 2020 a causa della pandemia. Ed è proprio l’emergenza sanitaria il principale scoglio per l’Ottobre rodigino a causa delle restrizioni e delle norme che comporta. Dal numero chiuso dei partecipanti per evitare il rischio assembramenti, al controllo del Green pass e degli accessi. Altro punto da chiarire, è quello legato al regolamento del Comune e al pagamento della Cosap da parte degli operatori e organizzatori, un aspetto cui ha fatto riferimento lo stesso sindaco Edoardo Gaffeo l’altro giorno, quando ha spiegato che l’amministrazione è intenzionata ad allestire la fiera 2021. Una serie di paletti, quindi, da definire, analizzare e chiarire. E per questo nella prossima settimana dovrebbe tenersi una riunione fra Cofipo, amministrazione comunale, vigili urbani. “Gli aspetti da analizzare - continua Zanella - sono diversi. ma l’importante è che ci sia la volontà di fare la fiera. Poi la sistemazione delle bancarelle per ottimizzare gli spazi è una cosa che si può risolvere. Come pure l’indicazione del numero di steward per i controlli”.

Altro scoglio, sempre legato al Covid, è quello delle direttive nazionale per eventi. In questo caso la confusione non è stata ancora del tutto dissipata. La normativa, infatti prevede che per veneti di mostra-mercato, come i mercati rionali appunto, non ci sia obbligo di Green pass e numero chiuso. Per le manifestazioni come le fiere invece sì. E questo anche se, alla prova dei fatti, le due manifestazioni si rivelano essere molto simili (una sequenza di bancarelle su strade e piazze). Eppure l’indicazione è dissimile, un po’ come accadeva un anno fa con i non sempre trasparenti codici Ateco. Insomma le volontà, di Comune e Cofipo, di organizzare l’Ottobre rodigino, ci sono. Ma non se ne sono andati i punti interrogativi legati alle condizioni generali. Le bancarelle, se la fiera si farà, saranno poco più di 260. Per quel che riguarda il luna park i punti di domanda sono addirittura maggiori, questo a causa del fatto che “alle giostre” spesso vanno giovani e giovanissimi. Il filtro del Green pass, a questo punto, diventerebbe un ostacolo ancora più grande. Non resta che attendere i prossimi giorni per vedere se la fiera d’ottobre potrà tornare ad essere il momento clou della città.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette