25/09/2021

VILLANOVA DEL GHEBBO

“Riprendiamo a correre dopo il covid”

È il titolo del progetto che il Comune ha attuato con l'Asd Discobolo e le associazioni sportive attive presso il palazzetto dello sport

“Sport gratis, per i nostri giovani”

13/08/2021 - 17:30

VILLANOVA DEL GHEBBO - “Riprendiamo a correre dopo il covid” è il titolo del progetto che il Comune di Villanova del Ghebbo ha deciso di attuare insieme alla Asd Discobolo e alle associazioni sportive attive presso il palazzetto dello sport di Villanova del Ghebbo. Vilcos Volley, Asd Corpo Libero, Fusijama Karate si sono impegnate a promuovere l'attività sportiva verso i giovani del territorio, che da circa due anni in seguito all'emergenza pandemica da Covid-19 sono stati obbligati a “congelare” le relazioni di amicizia, le attività ludico- sportive accontentandosi del freddo collegamento a distanza via internet.

“L'amministrazione comunale - spiega il sindaco di Villanova del Ghebbo Gilberto Desiati - ha deliberato di ‘affrancare’ totalmente dal pagamento della tariffa di uso della palestra le associazioni sportive che avvieranno l'attività nei confronti dei giovani”. “Il sacrificio degli ultimi due anni ha creato barriere economiche, sociali ma soprattutto generazionali. Tutti devono contribuire con sacrifici anche economici a riportare i nostri giovani a vivere le piazze, le strade, le scuole e le palestre”. Da questa considerazione il Comune di Villanova del Ghebbo si è reso disponibile a porre in essere politiche attive per contrastare il rischio dell’isolamento giovanile e incoraggiare la pratica sportiva, i cui frutti sono la formazione di cittadini educati alle pratiche della salute fisica e dell’equilibrio comportamentale.

“Ci si aspetta - prosegue il primo cittadino - una simile azione proattiva da parte delle federazioni sportive, del ministero , della regione e degli enti del terzo settore”. Infine accanto alla “tariffa zero per i giovani” l'amministrazione insieme all'Asd Discobolo e all'associazione Alice Odv – Associazione lotta all'ictus cerebrale Rovigo - si propone anche di organizzare e promuovere la ginnastica per i soggetti più fragili colpiti dall'ictus o altre malattie simili. Difatti il covid-19 ha peggiorato il loro stato di salute, resosi più doloroso e solitario, senza la pratica ginnica e riabilitativa. L’obiettivo è di ricucire gli “strappi” del tessuto sociale creati dalla pandemia a qualsiasi costo. Se chi si ferma è perduto, nel palazzetto di Villanova del Ghebbo si ricomincia a correre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette