18/09/2021

TEATRO

A CortinAteatro arriva la grande lirica

Il 12 agosto all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo ci sarà anche il mezzosoprano rodigino Paola Gardina

11/08/2021 - 18:14

ROVIGO - CortinAteatro, la stagione concertistica e teatrale ampezzana coorganizzata dal Comune di e Cortina d’Ampezzo e dall’associazione Musincantus, giunge ad uno degli appuntamenti più attesi dell’estate, quello con la grande lirica: giovedì 12 agosto alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo andrà in scena Il Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini, una coproduzione originale Musincantus, Fondazione Cassamarca e Orchestra Regionale Filarmonia Veneta.
Precederanno la recita l’appuntamento delle 12.00 all’Alexander Girardi Hall, in collaborazione con Una Montagna di Libri, con Alberto Mattioli, uno dei più importanti critici musicali della scena nazionale, che presenterà il suo ultimo libro Pazzo per l’opera. Istruzioni per l’abuso del melodramma (Garzanti, 2020), e la conferenza introduttiva e guida all’ascolto delle 20.00 (sempre in teatro) con Edoardo Bottacin, direttore artistico di CortinAteatro.
 
Come è ormai modalità consolidata per CortinAteatro, il cast sarà composto da stelle internazionali della lirica e da astri nascenti veneti: così, accanto al mezzosoprano rodigino Paola Gardina e al tenore argentino Francisco Brito, brilleranno anche la voce di Biagio Pizzuti, baritono salernitano in forte ascesa, e la bacchetta di Jacopo Cacco, maestro concertatore e direttore dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta risultato miglior selezionato al master di direzione d’orchestra promosso da Fondazione Cassamarca e tenuto da Giancarlo Andretta. Anche il regista Tommaso Franchin, già assistente di Francesco Micheli, è al proprio debutto.
 
“Il nuovo allestimento – spiega Edoardo Bottacin, direttore artistico di CortinAteatro e presidente di Musincantus - è stato prodotto da CortinAteatro coinvolgendo l’Istituto statale d’Arte Val Boite di Cortina e la compagnia teatrale della Filodrammatica di Cortina, una scelta che sottolinea il dialogo continuo con il territorio. Gli studenti dell’Istituto d’arte, in particolare, si sono occupati di progettare e realizzare gli elementi per l’allestimento delle vetrine del corso principale della città. Fondamentale, inoltre, per realizzare questa serata è stato il sostegno della Fondazione Silla Ghedina”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette