25/09/2021

Cultura e Spettacoli

Gene Gnocchi fa ridere e riflettere al Censer

Uno show piacevolissimo è andato in scena venerdì sera

07/08/2021 - 18:49

ROVIGO - Uno show divertente, dove la comicità ha lasciato spazio anche a riflessioni, quello portato in scena venerdì sera al Censer da Gene Gnocchi con "Se non ci pensa Dio ci penso io". Lo spettacolo realizzato in collaborazione con Arteven, nell'ambito di Ariaperta, la stagione estiva del Teatro Sociale di Rovigo.


Il poliedrico artista ha vestito i panni di un capoufficio, affiancato da un assistente, interpretato da Diego Cassani che suona la chitarra mentre protocolla gli atti.


La particolarità di questo personaggio è che lavora per Dio e deve risolvere problemi e rispondere a domande in un mondo surreale.


"Questo spettacolo - ha detto Gnocchi durante le prove -, mette in luce alcuni aspetti che la gente farebbe bene a conoscere perché questa pandemia ha cambiato un po' le abitudini e dobbiamo fare i conti con questo nuovo stato. Ricominciare a fare spettacoli, come questa sera qui a Rovigo e incontrare amici, ci fa sperare per il futuro".


L'attore attraverso la sua comicità e la sua bravura è riuscito a catturare e coinvolgere il pubblico ed ha fatto il pieno di applausi.
La serata è andata bene anche dal punto di vista organizzativo per il primo spettacolo con l'entrata in vigore del green pass.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette