18/09/2021

ADRIA

I familiari della Csa: "Invece della cantante no vax veniamo noi per un incontro in giardino"

La lettera dei familiari al cda della Casa di Riposo di Adria

I familiari della Csa: "Invece della cantante no vax veniamo noi per un incontro in giardino"

07/08/2021 - 10:02

ADRIA – “Anche dagli errori più gravi, se letti con intelligenza, può venire qualcosa di buono. E’ quello che è capitato a noi ‘leggendo’ la foto della cantante No-vax esibirsi nella nostra Casa di riposo” scrivono Sabrina Visentini e Fulvio Osti in una lettera inviata al Csa.

“Rileggiamola insieme, facendo il gioco delle sostituzioni. Primo, al posto della cantante mettiamo il presidente Simone Mori, la direttrice Paola Spinello e la rappresentante dei familiari Graziella Braghin. Secondo, al posto degli ospiti mettiamo un egual numero di familiari. Perché questa operazione? Perché rappresenta un incontro all’aperto, nel giardino della nostra Casa di riposo, tra dirigenza e familiari per fare il punto della situazione in sostituzione dell’ormai superato e quasi inutile incontro in videoconferenza, all’ultimo hanno partecipato solo sette familiari”.

Ecco allora la proposta: “Da oggi gli incontri con i familiari dovranno essere in presenza, organizzati in modo da garantire piena osservanza delle norme anti Covid. Auspichiamo che la dirigenza se ne faccia carico”.

Visentini e Osti aggiungono anche un post scriptum. Sull’opportunità o meno di ospitare una persona No-vax, rilanciano le parole del presidente Mattarella: “Negli spazi comuni, negli spazi condivisi, le persone (per noi in primis ospiti e familiari) hanno diritto a pretendere che nessuno vi porti un alto pericolo di contagio”. E aggiungono: “I No-vax sono portatori di un alto pericolo di contagio”. Anche se, va sottolineato, la presenza della cantante in questione è avvenuta nel rispetto dei protocolli.

L. I.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette