29/09/2021

Covid

C'è la mappa dei locali "No Pass", nasce con tam tam sui social

Sono centinaia. Tutti indicati con nome, indirizzo e categoria e raccolti su una mappa realizzata con Google Maps

I “no pass” scendono in protesta anche a Rovigo

07/08/2021 - 13:51

ITALIA - Quasi 300 ristoranti. Oltre 200 bar. Circa 50 fra palestre e centri per il fitness. Tutte ripartite per categoria, tutte geolocalizzate su una mappa, tutte ben indicate con nome e indirizzo. E tutte accomunate da una caratteristica: per entrare non serve il Green pass. 

Per consumare all’interno dei locali, senza fermarsi al bancone, è necessario mostrare il Green pass. I gruppi Telegram vicini alla rete Io Apro sono in fermento. Sono gruppi nati sulla scia del movimento ufficiale Io Apro, formalmente non riconosciuti dagli organizzatori. In uno di questi, nato IoApro Milano e ora ribattezzato Aperti e Liberi – Milano, da questa mattina circolano indicazioni sui locali che hanno scelto apertamente di non chiedere il Green pass. "Segnalo ottimo ristorante a Legnano che ha scelto di essere libero". O anche: "Questa pasticceria non chiede il Green pass per entrare e vuole farlo sapere".

Uno degli utenti ha raccolto tutte queste segnalazioni in una mappa. Ci sono quasi mille luoghi registrati in tutta Italia. Si va dai ristoranti ai bar, dai cinema alle palestre, passando anche da centri medici e cantine per la degustazione. Il file si chiama APERTI E LIBERI, ed è in continuo aggiornamento

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette