18/09/2021

Religione

Testimoni di Geova, sette battezzati in Polesine

Nelle due giornate organizzate in modalità virtuale, la cerimonia nelle case private

Testimoni di Geova, sette battezzati in Polesine

26/07/2021 - 01:48

ROVIGO - Stanno continuando nei fine settimana le giornate dedicate al congresso “Potenti grazie alla fede” che i Testimoni di Geova hanno deciso di organizzare per la seconda volta nella storia in modalità virtuale. Così, i circa 6mila congressi che si sarebbero dovuti tenere in presenza in 240 paesi sono stati annullati. In Italia i Testimoni di Geova organizzano congressi dal 1925. Nel corso degli anni in Veneto sono stati organizzati congressi a Verona, Vicenza, Treviso, Padova, Jesolo attirando negli hotel e nei ristoranti delle città un gran numero di Testimoni. Nel 2020 la pandemia ha improvvisamente interrotto questa consuetudine ma, anche se in modalità digitale, la partecipazione al congresso è ugualmente possibile.

Lo scorso anno in Italia circa mezzo milione di persone hanno assistito ai congressi estivi tenuti in modalità virtuale attraverso il sito jw.org. Nella sola Regione Veneto vi hanno assistito oltre 30mila persone tra fedeli e interessati, delle oltre 180 comunità locali di testimoni di Geova. Nella provincia di Rovigo sono più di mille persone che hanno assistito alle prime due giornate. Il tema dell’evento che avrà luogo in tutto il mondo nel 2021 è “Potenti grazie alla fede”. I contenuti sono trasmessi in oltre 500 lingue durante sei fine settimana tra luglio e agosto 2021. Vi assisteranno tra i 15 e i 20 milioni di persone. Il programma sarà suddiviso in sei parti.

"Particolarmente toccante è stata la sessione di questo fine settimana dove sette rodigini si sono battezzati rendendo così pubblica la loro volontà di diventare Testimoni di Geova - sottolinea la nota del circolo Triveneto - nel pieno rispetto delle normative anti covid sono state organizzate delle piccole piscine in case private, questo perché i Testimoni di Geova praticano il battesimo seguendo il criterio usato dai cristiani del primo secolo che secondo testimonianze storiche lo svolgevano per immersione". "La fede ha aiutato molti Testimoni a perseverare durante la pandemia”, ha dichiarato Daniele Veronese, portavoce dei Testimoni di Geova. “La fede ci permette di essere uniti per adorare Dio, anche in modalità virtuale. In tutto il mondo saranno milioni le persone che comodamente a casa propria potranno godersi questo straordinario evento”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette