29/11/2021

ADRIA

“Adria: città che legge”, Daniela Gambaro premio Campiello 2021

Grande soddisfazione del numeroso pubblico intervenuto all’apertura della rassegna “Tante storie per un’estate”

 “Adria: città che legge”, Daniela Gambaro premio Campiello 2021

12/07/2021 - 17:02

ADRIA - L’incontro con Daniela Gambaro è pienamente riuscito, con grande soddisfazione del numeroso pubblico intervenuto all’apertura della rassegna “tante storie per un’estate”, avvenuto nella splendida cornice dei Giardini Zen.

Fresca vincitrice del prestigioso Premio Campiello Opera Prima, la scrittrice adriese che vive da tempo a Roma e che è nota anche come sceneggiatrice di opere cinematografiche e serie tv, ha presentato la sua antologia di racconti intitolata “Dieci storie quasi vere” dell’editrice Nutrimenti. Un riconoscimento apprezzato  dal sindaco Omar Barbierato che ha incontrato la gradita ospite prima dell’evento.

A portare il saluto dell’Amministrazione comunale che ha concesso il patrocinio all’iniziativa, l’assessore Andrea Micheletti, congratulandosi con l’autrice per la menzione speciale al Premio Calvino 2019 e per il premio Campiello Opera Prima nel 2021.

Il referente della Biblioteca comunale Antonio Giolo ha messo in rilievo i riferimenti che il libro fa alla realtà di Adria, plaudendo alla collaborazione che si è realizzata tra Rem, la Biblioteca comunale, il Presidio del libro, l’Associazione El Canfin di Baricetta, nell’ambito degli eventi di “Adria città che legge”, certificazione conferita dal Cepell, (l’istituto autonomo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo,Mibact), alla città polesana. Regista della serata Paolo Spinello, mentre il dialogo con Daniela Gambaro è stato condotto da Sandro Marchioro.

Tanti gli spunti emersi durante la lunga intervista, intervallata dalla lettura di alcuni brani dei racconti “Giavasco”, “Il signor Avezzù pensava”, “L’ultima dei Mohicani”. L’autrice ha spiegato la genesi del libro, accennando alla sua fortunata attività di sceneggiatrice.

"Stiamo cercando di mettere a sistema la cultura come attrattore per gli eventi estivi della città - afferma l'assessore Andrea Micheletti - dalla musica di qualità alle iniziative legate alla lettura".

“Un bel connubio musica e lettura -spiega il Sindaco- che sarà ripreso il prossimo 17 luglio, dalle ore 18,sempre ai giardini Zen,e sempre grazie a REM, per parlare di diritti umani, con la presentazione di due libri, scritti dagli autori Livio Ferrari e Davide Romagnoni. Quest’ultimo, cantante dei Vallanzaska, band pioniera dello ska-punk in Italia che alla sera alle 21.30, si esibirà in piazza Cavour per l’anteprima di “Voci per la Libertà”. Il 34esimo festival dei diritti umani che quest’anno festeggia i 60 anni di Amnesty International e porta avanti l’appello per la liberazione dello studente egiziano Patrick Zaki. Nella stessa serata si esibirà Giulio Wilson”

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette