29/11/2021

SANITA’

"Nessun medico sospeso in Polesine”

Noce, presidente dell'ordine: "Nessuna comunicazione da parte delle azienda sanitaria polesana"

Francesco Noce è ancora presidente del Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri

Francesco Noce

09/07/2021 - 16:30

ROVIGO - “Nessuna comunicazione da parte delle azienda sanitaria polesana. E nessun medico sospeso”. Il presidente dell’ordine dei medici e chirurghi del Polesine Francesco Noce “ignora se ci siano medici che non si sono sottoposti alla vaccinazione per motivi ideologici o perché hanno avuto motivazioni legate al loro stato di salute”. La sospensione avviene fino ad avvenuto vaccino o fino al 31 dicembre del 2021.

Ma mentre nel Veneto orientale Ulss 4 arrivano le prime sospensioni dal lavoro per gli operatori sanitari dipendenti che non si sono vaccinati senza una valida motivazione, circa 80 sanitari, mentre per altri 21 una commissione medica costituita ad hoc valuterà la certificazione di esonero alla vaccinazione anti-Covid presentata, in Polesine nessuna procedura è stata ancora avviata, almeno tra i professionisti.

Il presidente Noce è anche volontario al centro vaccinale del Censer e crede molto in questa campagna: “Al momento, nonostante i rallentamenti nelle prenotazioni, noi vediamo che lavoriamo a pieno ritmo. Rovigo è la seconda provincia in Veneto per numero di vaccinazioni in rapporto con la popolazione e anche rispetto alle fasce d’età. Anche oggi, al Censer abbiamo vaccinato circa mille persone”.

Il Polesine, che è stato campione di resilienza durante il lockdown e ha sempre tenuto a bada, tranne che nel clou della pandemia, i contagi, è di nuovo campione nella vaccinazione e nella lotta contro il Covid. “Ora molte persone non sapevano di questa nuova opportunità di vaccinazione, qualcuno è via per le ferie. Ma speriamo di incrementare l’immunizzazione perché ora la variante Delta comincia a preoccupare”.

Da clinico, infatti, il dottor Noce non comprende “i sindaci che mettono i maxi schermi. Ci sono giovani non vaccinati che guardano la partita a stretto contatto con altri senza precauzioni e senza mascherina. Almeno allo stadio chiedono il green pass. Il dato negativo è che i contagi continuano ad aumentare, quello positivo è che i ricoveri ospedalieri e le rianimazioni continuano a scendere”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette