27/07/2021

LA POLEMICA

“Lockdown, se va fatto, sta in casa chi non vuole vaccinarsi"

La provocazione dell’infettivologo Bassetti

“Un lockdown per i no vax”

06/07/2021 - 22:41

ITALIA - Un lockdown per chi decide di non vaccinarsi. E’ la provocazione dell’infettivologo Matteo Bassetti, primario di Malattie infettive del San Martino di Genova. Lo ha dichiarato su Rete 4 e ha scatenato la rabbia dei no vax. “Si parla di un 20-25% della popolazione italiana, il che vuol dire che arriveremo a ottobre probabilmente con un italiano su cinque che non verrà vaccinato - ha dichiarato Bassetti - Non stiamo parlando di chi non si può vaccinare, ma di chi non vuole. E’ evidente che un italiano su cinque è tanto, parliamo di 12-13-14 milioni di italiani. Siccome ho sentito parlare di lockdown e nuove zone rosse, è evidente che se uno non si vaccina perché non vuole allora a casa ci resterà lui”.

Il suo intervento non è rimasto senza eco. Su Twitter c’è chi ha proposto la radiazione dell’infettivologo. Chi ha sostenuto che questa sia “una stronzata e roba da nazisti”, chi lo ha minacciato di denuncia.

“Mi hanno massacrato con insulti e minacce, altro che scorta. Devo averne due di macchine di scorta, adesso. Hanno bersagliato unicamente me accusandomi di istigare all’odio. Ma che istigazione all’odio! Io ho semplicemente detto che oggi non parlerei di lockdown perché è prematuro e troppo allarmistico, ma ho detto una cosa logica: se dovrà esserci un lockdown o una restrizione, è evidente che riguarderà chi non è vaccinato”, aveva ribadito all’Adnkronos. E infine: “Non è che io dico cose diverse da quello che fanno gli altri – ha chiarito l’infettivologo – Chi andrà a scuola in presenza nel momento in cui ci sarà la circolazione di virus? Ci andrà chi è vaccinato e chi non è vaccinato farà la Dad. Mi pare talmente logico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette