06/08/2021

BADIA POLESINE

Il Comune in attesa del contributo statale del bando “Bellezza”

Grazie al quale si potrà proseguire con gli interventi finalizzati alla sistemazione degli spazi interni del museo civico

Museo Baruffaldi, si aspetta Roma

06/07/2021 - 15:56

BADIA POLESINE - L’amministrazione comunale di Badia Polesine punta ad un colloquio negli uffici romani per cercare di smuovere la situazione legata al museo civico. Ad ormai un anno e mezzo dalla conclusione del primo stralcio di opere relative al recupero del museo Baruffaldi, l’amministrazione resta in attesa della firma della convenzione per ottenere il contributo statale del bando “Bellezza”, grazie al quale si potrà proseguire con gli interventi finalizzati alla sistemazione degli spazi interni e quindi alla riapertura dell’edificio.

Per cercare di fare progressi su questo punto di vista, l’onorevole e vicesindaco Antonietta Giacometti sta cercando di programmare un colloquio romano assieme al primo cittadino Giovanni Rossi ed i vertici del Ministero dei Beni culturali.

L’avvio del secondo stralcio dei lavori nell'edificio di piazza Grani resta legato alla firma della convenzione che veda destinare ufficialmente, dopo oltre tre anni dall’annuncio dell’assegnazione da parte del Governo, la cifra necessaria all’intervento al Comune di Badia. La formalizzazione era attesa all’inizio del 2020, ma poi l’avvento della pandemia ha certamente fatto slittare ulteriormente l’agognata firma della convenzione.

Nei mesi scorsi, per cercare di “smuovere” la situazione, l’amministrazione si era anche rivolta, con una lettera, direttamente al ministro Franceschini, mentre poco tempo più tardi l’onorevole e vicesindaco Antonietta Giacometti ha anche interpellato il “collega” Vittorio Sgarbi, che ha pure fatto tappa per ben due volte nel Comune badiese.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette