31/07/2021

Il caso

Il sindaco è di nuovo ad un passo dal baratro

Zanellato: “Situazione figlia di una non capacità di governare il confronto. Ora l’unica via d’uscita è un chiarimento generale, ma senza arroganza”

Gaffeo ha un malore e avvisa la città

30/06/2021 - 11:06

ROVIGO - Il sindaco è di nuovo ad un passo dal baratro, in una situazione se possibile ancora più delicata di quella che, due mesi fa, lo aveva portato a dare le dimissioni.

L’addio, con tanto di porta sbattuta (“il problema è politico”) dell’assessore Pd più pacato e portato al dialogo (nonché vicesegretario provinciale del partito) non è cosa che possa passare sotto silenzio.

E infatti ieri i Dem hanno iniziato a sparare a palle incatenate. Il segretario Angelo Zanellato, venendo meno alla regola del silenzio che si era data due mesi fa, non l’ha mandata a dire: “Questa situazione è figlia di una non capacità di governare il confronto. Ora l’unica via d’uscita è un chiarimento generale, ma senza arroganza”. Come dire che o il sindaco cambia davvero registro, mette mano alla giunta silurando le assessore Pd non gradite dal loro partito (che non le ha mai indicate), e la smette di fare il “so tutto io, decido tutto io”, o la frattura sarà irrecuperabile.

E in questi clima si inseriscono delle altre dimissioni. Quelle presentate ieri dall’ad di Ecoambiente, Giancarlo Lovisari, uomo vicinissimo a Gaffeo e suo ascoltato consigliere (almeno fino a qualche tempo fa). Lascia la guida della società aprendo un nuovo fronte, che non sarà facile tenere sotto controllo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette