27/07/2021

RALLY

La famiglia Fabris sbarca nella 1.6 Turbo Cup

All'appuntamento di Misano, terzo atto della serie targata Renault, il giovane Pietro sorprende tutti e regala il terzo gradino del podio, in gara 1, a Bolza Corse

23/06/2021 - 10:34

ADRIA – Fine settimana a trazione tutta patavina quello che ha visto protagonista Bolza Corse al Misano World Circuit, intitolato al compianto Marco Simoncelli.

Nella patria dei motori il sodalizio di Adria si presentava con la rientrante famiglia Fabris, il giovane Pietro ed il papà Ivan, per la prima volta in versione sdoppiata, al volante in solitaria di due Renault Clio Cup 4, impegnati nel terzo appuntamento con la 1.6 Turbo Cup.

Il monomarca della casa transalpina vedeva un Pietro Fabris in palla già dalle prove libere, autore del sesto tempo nella prima sessione e del quarto nella seconda mentre papà Ivan si attestava attorno alla decima piazza, in una bagarre che contava al via ben quindici Clio.

Una qualifica sorprendente per il giovane rampollo della famiglia di Cittadella si traduceva nella terza casella in griglia mentre Ivan si piazzava ai margini della top ten, in difficoltà con il caldo.

“Era la prima volta che io e papà correvamo con auto diverse” – racconta Pietro Fabris – “perchè, di norma, ci dividevamo sempre la stessa. Dal mio canto non mi aspettavo assolutamente di essere così competitivo al debutto, ottenendo una terza posizione in qualifica che mi ha sorpreso. Già nelle libere ero andato molto bene mentre mio padre si è trovato in difficoltà con le elevate temperature, soffrendole un bel po', ed è partito un po' più indietro.”

Una partenza non del tutto azzeccata per i campioni in carica nella FX Italian Series, ATCC seconda divisione, vedeva Pietro Fabris perdere due posizioni allo start, prontamente recuperate nel corso di una gara 1 che lo ha visto salire sul terzo gradino del podio assoluto.

Un risultato ulteriormente avvalorato dai distacchi ridotti dal vincitore finale, meno di due secondi, e dall'aver ottenuto la piazza numero due tra gli Under 25, firmando pure il giro veloce.

Gara 1 in difesa per papà Ivan, undicesimo al traguardo, in sofferenza per il caldo torrido.

Al calare della sera si accendevano i riflettori per la seconda tornata ed a commettere un passo falso ci pensava il giovane Pietro che, autore nuovamente di una partenza non brillante, finiva in mezzo alla bagarre del gruppone e, causa una toccata, si girava e si vedeva costretto ad una perentoria rimonta, culminata con un comunque positivo settimo posto finale.

Più a suo agio con il buio, in progressione costante, Ivan seguiva a ruota il proprio figlio, collezionando una buona ottava posizione e migliorando il proprio score rispetto a gara 1.

“Non mi sarei mai aspettato di finire sul podio al debutto” – aggiunge Pietro Fabris – “perchè qui il livello di competitività è davvero elevato. Alla sera ho sbagliato la partenza e, nel gruppone, sono stato toccato sulla posteriore destra, girandomi. Ho recuperato sino al settimo posto mentre papà, con meno caldo, ha migliorato di un bel po', chiudendo alle mie spalle. Possiamo dire che ci siamo migliorati a vicenda. Grazie a lui ed a tutto lo staff di Bolza Corse.”

Con questo risultato Pietro Fabris entra all'ottavo posto nella classifica provvisoria di 1.6 Turbo Cup mentre il papà Ivan iscrive il proprio nome alla casella numero dodici.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette