07/12/2021

bsc rovigo

L'Itas Mutua Rovigo esce a testa alta dalla sfida alla capolista Macerata

Nella classifica del Girone E, Rovigo mantiene la seconda piazza

22/06/2021 - 09:54

ROVIGO - L’Itas Mutua Baseball Softball Club Rovigo non sfigura di fronte alla capolista Macerata. Come previsto la quinta giornata del campionato italiano di Serie A, giocata domenica sotto un sole cocente, si chiude con un doppio successo del forte roster marchigiano, arrivato sul diamante di via Vittorio Veneto per mettere il sigillo sulla qualificazione alla seconda fase del campionato che mette in palio lo scudetto. Ma i rossoblù allenati da Soto Diaz escono a testa alta dal confronto e possono guardare con ottimismo il prosieguo della stagione che li vedrà impegnati dal mese prossimo nel tentativo di mantenere un posto nella massima serie nazionale. Gara uno si è chiusa 5-0, gara due 7-2. Nella classifica del Girone E Rovigo mantiene la seconda piazza (con una gara da recuperare contro il New Rimini).

Gara uno vede Macerata trovare subito il primo punto di giornata all’esordio sul box di battuta. L’Itas Mutua non si scompone e, complice la buona prova di Crepaldi sul monte di lancio serra i ranghi in difesa nei due successivi inning, senza però trovare in attacco la consistenza necessaria per muovere il suo tabellino. Ne conseguono cinque inning di assoluto equilibrio, in cui nessuna squadra riesce a portare giocatori a casa base. Poi alla settima ripresa lo strappo di Macerata che coglie tre punti e scava il solco. La reazione rossoblù non si concretizza e con due nuove corse sul piatto gli ospiti chiudono con un successo la prima disputa. Da segnalare l’esordio nella massima serie di Callegari, che sul monte è subentrato al secondo lanciatore Morreale.

Rovigo capisce di poter tenere testa ai forti avversari e inizia gara due con la stessa solidità difensiva. Anche questa volta Macerata fatica a trovare punti nelle prime riprese e alla fine del quinto inning il risultato è ancora inchiodato sullo 0-0. Al sesto la partita entra nel vivo. Ai tre punti messi a segno dagli ospiti Rovigo risponde con le corse a casa base di Nosti e Sandalo. Sul monte subentrano a Pietrogrande, prima il rientrante De Marchi, poi Buin e quindi Ferrari. Ancora una volta è fatale al Rovigo il settimo inning, che vede Macerata allungare con quattro punti. Nei restanti due turni d’attacco l’Itas Mutua non riesce a farsi sotto e anche gara due si chiude con l’esultanza degli ospiti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette