19/06/2021

La campagna

Un decreto "scippa" il Serprino al Veneto: i sindaci insorgono

Il video dei primi cittadini fa il verso a una vecchia pubblicità, e diventa un fenomeno social.

I sindaci dei Colli Euganei fanno un forte e compatto fronte comune per difendere la paternità del Serprino, messa in discussione dalla modifica del decreto sull’etichettatura sul tavolo del Ministero dell’Agricoltura.

E lo fanno attraverso un video che sta facendo il giro del web e dei social. Un’iniziativa inedita, che esprime una forte sinergia tra il Consorzio per la Tutela dei Vini dei Colli Euganei e i primi cittadini dei Comuni di quel territorio.

Una campagna pensata per chiedere a gran voce di rivedere la modifica del decreto sull’etichettatura dei vini, per scongiurare il rischio che il nome Serprino possa essere utilizzato da chiunque in Italia, spogliando i Colli di uno dei più identitari interpreti del territorio.

A condividere la battaglia dei sindaci, anche il governatore del Veneto Luca Zaia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette