19/10/2021

Cultura

Alunni nel segno di Gabbris Ferrari

I risultati del progetto biennale portato avanti dagli studenti del Celio

Gabbris ispira i giovani talenti

09/05/2021 - 00:37

ROVIGO - Gabbris Ferrari è stato ma è ancora una figura preziosa per la storia, la cultura e la vita sociale di Rovigo e del Polesine. Lo hanno testimoniato gli studenti del liceo Celio Roccati di Rovigo, che per un biennio hanno lavorato su questo personaggio, grazie a un ampio progetto realizzato in collaborazione con la Fondazione Banca del Monte di Rovigo. E’ stata presentata l’altro giorno, nella sede del Celio Roccati in via De Gasperi, la fase conclusiva delle attività “Gabbris Ferrari: uomo di teatro, artista per il teatro”.

“E’ con soddisfazione - ha detto la dirigente scolastica del Celio-Roccati Anna Maria Pastorelli - che diamo il via alla restituzione pubblica di numerose attività che hanno coinvolto tutti i licei di questo istituto, che ha mostrato quanto lo spirito di squadra, di collaborazione, sia sempre formativo e vincente. Fondamentale la scelta di lavorare su una figura di primo piano del territorio, per avvicinare i più giovani al suo talento e al suo ruolo”. “Nonostante il periodo difficile - ha aggiunto l’assessore alle politiche sociale Mirella Zambello - è motivo di prestigio constatare come la scuola sia un punto di riferimento per la crescita culturale, sociale e spirituale dei più giovani. I progetti come questo sono un elemento di inclusione, condivisione e risponde ai bisogni formativi delle giovani generazioni”.

“Grazie, per non avere mollato!”, ha chiosato il neopresidente della Fondazione Banca del Monte di Rovigo. “Il progetto, iniziato lo scorso anno, non ha potuto arrivare alla conclusione prevista a causa della pandemia, ma la volontà degli studenti e dei docenti che li hanno accompagnati è stata encomiabile. Sono particolarmente orgoglioso anche della prima edizione del concorso artistico per le scuole del Polesine: l’obiettivo della Fondazione è renderlo un appuntamento annuale per rendere omaggio a Gabbris Ferrari e anche per valorizzare i giovanissimi talenti del territorio”. Le docenti Teresa Capucci e Sofia Teresa Bisi hanno illustrato le fasi principali del progetto, che è stato composto dalla tradizionale edizione del convegno del liceo delle scienze umane, una rappresentazione teatrale, la realizzazione di scenografie e locandine. Tutti i lavori degli studenti sono stati raccolti in due video che sono disponibili sul canale Youtube del Celio-Roccati e sul sito della Fondazione banca del Monte di Rovigo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette