06/05/2021

Tribunale

Ubriaco al volante, il giudice lo assolve

Dubbi sull'attendibilità dell'etilometro

Guidava ubriaco, assolto per dubbi sull’etilometro

ROVIGO - Nella propria discussione, l’avvocato difensore Franco Giomo, del foro di Rovigo, aveva battuto su tre argomentazioni principali: il tasso di umidità che, quella sera, avrebbe ben potuto mettere in crisi l’affidabilità dell’etilometro in dotazione alle forze dell’ordine, superando, secondo i rilevamenti Arpav, il 98%; la certezza che l’apparecchio per rilevare la concentrazione di alcool nel sangue fosse stato correttamente e puntualmente revisionato, come è compito della pubblica accusa dimostrare; e la puntualità della procedura che prevede che alla persona che viene sottoposta all’esame vengano fornite tutte le informazioni del caso, relative anche alla possibilità di farsi assistere da un avvocato.

Quale delle due tre argomentazioni abbia fatto breccia nel giudice, portandolo all’assoluzione, lo si scoprirà al momento del deposito delle motivazioni della sentenza letta ieri in tribunale a Rovigo. Di certo, però, alla fine del dibattimento è arrivata una assoluzione per il ferrarese, poi trasferitosi a Occhiobello, di 54 anni al centro della vicenda processuale. Secondo la ricostruzione dell’accusa, era stato fermato per un controllo di routine e il risultato della doppia misurazione dell’etilometro avrebbe fatto scattare la denuncia per guida in stato di ebbrezza, con una media di rilevamento di circa 1 grammo di alcool per litro di sangue. Da qui il processo a carico dell’uomo, concluso, però, come detto, con l’assoluzione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni
ARIANO NEL POLESINE

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni