06/05/2021

SALARA

Il mondo dell'arte in lacrime: addio, Maurizia

Si è spenta a seguito di una lunga malattia, che non l'ha mai piegata

Addio Maurizia, artista e donna coraggiosa

Maurizia Braga, in una foto di Francesco Sprocatti

Un grande vuoto si è spalancato sabato 1° maggio sulla piccola comunità di Salara, ma anche nell’intera comunità artistica nazionale. Maurizia Braga si è spenta nella notte dopo un’ininterrotta lotta alla malattia che da diversi anni la accompagnava. Artista poliedrica, donna generosa, Maurizia Braga era salita alla celebrità con la passione che negli ultimi vent’anni riempiva le sue giornate: l’arte. Arte sotto tutte le sue forme: Maurizia creava gioielli, dipingeva, suonava, fotografava.

E l’ultimo lavoro che l’ha impegnata è un libro di poesie fresco di stampa. Insegnante di matematica fino al 2003, dopo la conclusione del periodo lavorativo la contaminazione con l’arte ha preso il sopravvento, come si legge nelle note biografiche della sua prima opera. La creatività ha riempito le giornate di Maurizia: i suoi gioielli nascevano da vecchi monili inutilizzati, fondendo materiali, forme e colori. I suoi "appunti pittorici" come amava chiamarli erano la materializzazione di sensazioni ed emozioni sfuggenti. La fotografia serviva proprio a bloccare questo rifuggir di emozioni e a illuminarne l’interiorità. La musica poi, col suo amato pianoforte, ha sempre affiancato questo percorso profondissimo.

Numerose le mostre in palazzi storici, come Palazzo Albrizzi Cappello a Venezia, il Circolo Ufficiali di Padova, residenze estensi a Ferrara, Bari, Mantova, Lucca, e i premi ricevuti da Maurizia Braga, a testimonianza dell’apprezzamento nazionale ed internazionale del suo percorso. Negli ultimi anni la comunità di Salara aveva spesso potuto godere della generosità di Maurizia, sempre in prima linea nella collaborazione ad attività benefiche, mettendo a disposizione gratuitamente la sua arte e i suoi lavori.

Grande il suo contributo a favore dell’associazione Lilt e del reparto oncologico dell’ospedale di Rovigo. Senza alcun dubbio, la tenacia di Maurizia nell’affrontare le difficoltà quotidiane sempre con il sorriso, godendo a pieno di ogni giorno, resterà l’insegnamento più importante che chi l’ha conosciuta potrà fare proprio, nel suo ricordo indelebile. Il funerale sarà celebrato lunedì prossimo, nel pomeriggio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni
ARIANO NEL POLESINE

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni