06/05/2021

Guardia di finanza

Maxi sequestro di mascherine "fake" in Veneto

Denunciati due cinesi e sequestrati 7 milioni di dpi taroccati

Sequestrati 7 milioni di mascherine taroccate destinate al mercato veneto

Foto d'archivio

PADOVA - La Guardia di Finanza di Padova ha sequestrato sette milioni di pezzi tra mascherine, chirurgiche e Ffp2, oltre a migliaia di saturimetri non conformi agli standard di sicurezza previsti dalle norme europee.

Sequestrata anche - ed è ancora più grave - una partita di mascherine "spacciate" come pediatriche. 

Il materiale destinato alla vendita è stato rintracciato in un capannone della zona industriale di Padova.

L'operazione è stata condotta dalla sezione operativa della Compagnia di Padova e dalla tenenza di Piove di Sacco.

A commercializzare il prodotto erano due cittadini cinesi, uno residente nel Padovano e l'altro a Treviso, che sono stati denunciati.

Le mascherine, stando agli accertamenti, non solo non erano protettive rispetto al virus, ma erano nocive per la salute. La merce, prodotta in Cina, veniva sdoganata in altri stati dell'Ue attraverso una società tedesca e una spagnola.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni
ARIANO NEL POLESINE

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni