09/05/2021

La cerimonia

25 aprile di liberazione e speranza

Celebrazioni a Rovigo e Villamarzana per la festa della Liberazione

ROVIGO - Una cerimonia sobria, quella che questa mattina si è svolta a Rovigo e Villamarzana, per il 76esimo anniversario della Liberazione. Il prefetto di Rovigo, Maddalena De Luca, accanto al sindaco Edoardo Gaffeo, al presidente della Provincia, Ivan Dall’Ara, ai comandanti provinciali dei Carabinieri, Emilio Mazza, e della Guardia di Finanza, Davide Guarino e al questore Raffaele Cavallo, hanno presenziato all’alzabandiera in piazza Vittorio Emanuele. Quindi il piccolo corteo, al quale hanno preso parte anche le associazioni combattentistiche e dell’Arma, si è spostato prima verso il palazzo della Gran Guardia, per depositare una corona in onore ai Caduti, quindi al cippo commemorativo di Piazza Matteotti. Alcuni rodigini non hanno voluto far mancare la loro presenza, pur mantenendo le dovute distanze, nel giorno che celebra la fine della Seconda guerra mondiale in Italia, per il secondo anno consecutivo vincolato alle stringenti norme anti Covid. La manifestazione è proseguita, quindi, a Villamarzana, con la deposizione della corona davanti all’altare del monumento dedicato ai 43 Martiri. Successivamente è stata inaugurata la Casetta museo adiacente al monumento, all’interno della quale sono custoditi oggetti e documenti storici legati all’eccidio di Villamarzana. Erano presenti il sindaco di Villamrazana, Claudio Gabrielli, l’assessore regionale Cristiano Corazzari e la consigliere regionale Laura Cestari.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni
ARIANO NEL POLESINE

Il Covid l'ha ucciso a 47 anni