19/10/2021

ROVIGO

"Didattica in presenza al 75%"

La decisione del Prefetto, privilegiando la presenza in classe delle prime e delle quinte

"Comprendo la voglia di rivedersi, ma mascherine, gel, distanze sono il mantra"

23/04/2021 - 13:12

ROVIGO - Studenti delle superiori in classe al 75%. In particolare i ragazzi delle classi prime e quinte sempre in aula, mentre quelli delle altre classi seguiranno le lezioni sui banchi al 50%, continuando la rotazione con la dad. Sono le decisioni emerse ieri pomeriggio dalla riunione dal Tavolo provinciale sulla scuola, coordinato dal prefetto di Rovigo.

“Abbiamo ascoltato - spiega il prefetto Maddalena De Luca - le esigenze e le criticità illustrate dal mondo della scuola e dalle istituzioni. Abbiamo deciso per una didattica in presenza al 75% privilegiando la presenza in classe degli studenti delle prime e delle quinte. Questo per ovvi motivi: i ragazzi di quinta dovranno sostenere l’esame di maturità, quelli di prima sono al loro primo anno alle scuole superiori. Gli studenti delle altre tre classi, invece si alterneranno con una presenza in classe al 50%. In questo modo la presenza complessiva degli studenti delle scuole superiori sarà al 75%”.

Il tavolo provinciale ha anche definito il potenziamento dei mezzi di trasporto scolastico necessari a sostenere l’aumento di studenti che si dovranno spostare dalle loro case agli istituti scolastici. Ci saranno 14 bus in più (12 su strade extraurbane, gli altri su strade urbane) e un totale di 35 corse in più. In servizio ci saranno anche steward per assicurare il distanziamento fra i ragazzi e il rispetto dell’obbligo di occupare i posti sui bus al 50%.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette