16/10/2021

IL PARERE

"Tribunale: si rivaluti la destinazione dell'ex Caserma Silvestri"

Le parole di Andrea Bimbatti, commissario di Forza Italia

"Anche il Comune può fare la propria parte, sindaco, se ci siete battete un colpo"

16/04/2021 - 14:36

ROVIGO - E’ trascorso un altro mese senza che l’amministrazione abbia fatto passi avanti sulla questione ormai impellente della nuova dislocazione di quella che noi vorremmo chiamare cittadella della giustizia, così come dovrebbe essere in una città capoluogo. Per utilizzare il gergo calcistico, sino al triplice fischio le partite non sono mai finite, ed in questo specifico caso è incomprensibile come il sindaco in particolare punti dritto verso l’ex Banca d’Italia, nascondendo il fatto che non sia affatto la scelta più vantaggiosa economicamente e nemmeno logisticamente. Si incaponisce portando sul tavolo del dibattito un elenco di questioni tecniche per eliminare le altre alternative che di certo non competono al sindaco.
Alternativa che ci sono, e come forza Italia insistiamo nel chiedere di rivalutare la destinazione della ex Caserma Silvestri, sito che darebbe molteplici riposte, economiche, logistiche, viabilistiche ed anche una posizione vicinissima al cuore della città; i soldi per comprare nuovi immobili (banca d’Italia, provincia etc) sarebbero più che sufficienti per ristrutturare la caserma! Ed è anche per questo ribadiamo la necessità di riportare la discussione sul tavolo politico, e non solo tecnico, così come evidenziato anche dal segretario del PD Zanellato. Motivo per cui come movimento, attraverso il nostro parlamentare On. Cortelazzo abbiamo preso contatto con il sottosegretario alla giustizia On. Paolo Sisto affinché si apra un tavolo politico istituzionale dove la città di Rovigo diventi protagonista della scelta che avrà ricadute pesanti base alla scelta che poi Roma effettuerà. Il sottosegretario Sisto sta attendendo il decreto di assegnazione delle deleghe da parte del ministro, tra le quali sarà assegnata quella all’edilizia giudiziaria. Da quel momento sarà fondamentale arrivare al tavolo con le idee chiare, sapendo che la scelta migliore dovrà essere nell’interesse esclusivo dei cittadini di Rovigo e della sua economia. Il consiglio comunale si è espresso, il comitato si è espresso, i partiti pure, è necessaria la sintesi ma partendo con una proposta che deve essere condivisa in città, e poi, attraverso la politica, lavorare insieme affinché la condivida e la approvi anche Roma.

Andrea Bimbatti
V. Comm. FI Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette