19/10/2021

ROVIGO

L'atto vandalico non è ancora stato cancellato

Non è ancora stato fatto nessun intervento per rimuovere le scritte dalla statua di Vittorio Emanuele

L'atto vandalico non è ancora stato cancellato

13/04/2021 - 08:46

ROVIGO - E’ ancora lì, a ricordare quanto incivili e sconsiderati possano essere alcuni cittadini. La scritta che ha imbrattato il monumento a Vittorio Emanuele II nel cuore del centro: “L’Italia Unita è apologia del fascismo” è ancora lì a deturpare il monumento più rappresentativo del capoluogo.

Nei giorni successivi all’atto di vandalismo, avvenuto durante la notte tra il 30 e il 31 marzo, il sopralluogo della polizia di stato e della digos e della polizia scientifica, che hanno preso in mano le indagini. Il messaggio sembra di matrice ideologica, infatti. Tuttavia nessun intervento immediato per ripristinare il monumento e cancellare la scritta.

Tra l’altro il messaggio, oscuro, quanto assolutamente non condivisibile, non è comunque un bel vedere, da qualsiasi posizione politica, artistica, civile, lo si legga.

Il consigliere comunale Antonio Rossini ha criticato l’imbrattamento affibiato alla sinistra “sciocchezze politiche tipiche dell’ideologia propagandistica e totalitaria dell’estrema sinistra, scevra di ogni visione di una politica attuale, priva di rappresentanze istituzionali e desiderosa di attirare l’attenzione con scritte vandaliche che non hanno alcun senso se non quello di prendersi gioco di principi democratici e costituzionali. L’unico effetto di questa scritta é la conferma che la stupidità è sempre dietro l’angolo e che il costo della pulizia del momento graverà sui nostri cittadini”.

Pulizia che - anche questa - tuttavia tarda ad arrivare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette