26/01/2022

La polemica

La lista Menon incalza il sindaco sul tribunale

Per il gruppo di opposizione lamenta la scarsa condivisione nelle scelte del sindaco.

La lista Menon incalza il sindaco sul tribunale

11/04/2021 - 16:47

ROVIGO - Ancora tribunale, ancora un gruppo consiliare che chiede il confronto al sindaco. Il gruppo consiliare della lista Menon lamenta la poca condivisione sul tema della collocazione del nuovo tribunale e chiede al sindaco di finirla “con le ipocrisie” e di confrontarsi con i gruppi consiliari.

I consiglieri del gruppo Menon lamentano “una mancata volontà di condividere le scelte con la minoranza, ma che anche all’interno della maggioranza manca la condivisione. Ci saremo aspettati questo dal sindaco che professava la partecipazione nelle sue linee politiche”.

I consiglieri di opposizione poi riepilogano: “Il sindaco appena eletto decide di perorare in autonomia la scelta del Maddalena come sede del tribunale, ma forse proprio per la mancata condivisione l’idea viene bruciata. Si prosegue con un silenzio che si interrompe a inizio 2021 con un comunicato del sindaco che annuncia di aver espresso due soluzioni al ministero di giustizia per il Tribunale in centro: la sede Asm Spa e Banca d’Italia più palazzo provincia in viale della Pace. Ancora una volta ci chiediamo ma con chi avrà condiviso il sindaco tale scelta? E dato che trattasi di soluzioni in centro perché non diventare più forte facendosi approvare tali scelte in consiglio comunale? Per noi come abbiamo sempre detto l’unica cosa da scongiurare e’ che il Tribunale finisca vicino al casello autostradale di Boara o attaccato al nuovo carcere in mezzo ai campi”.

Secondo la lista Menon le risposte possibili sono due: “O c’è un peccato di superbia o c’è paura di affrontare il consiglio comunale per mancata coesione della maggioranza. La nostra civica proponeva in campagna elettorale la sede dell’ex caserma Silvestri, avevamo appurato con incontri al Demanio che nulla era compromesso, non avendo fatto alcuna operazione dall’assegnazione ad oggi, ed essendoci ampio piazzale retrostante su cui costruire anche 2 tribunali. Abbiamo parlato col sindaco a gennaio 2021 proponendo un’interrogazione condivisa al Demanio sulla Silvestri, il sindaco rispose favorevolmente alla proposta salvo poi il retro front dei suoi gruppi: la nostra interrogazione è stata condivisa da tutti i gruppi consiglieri a parte la Lista Gaffeo e il Forum”.

E ancora, rivolti al sindaco Gaffeo: “Ci sembra una grande presa in giro, basta fare gli ipocriti. Sindaco la politica si fa in consiglio comunale alla luce del sole non nelle segrete stanze. Il consiglio comunale è formato da teste pensanti, cercare di evitare il confronto nell’aula consiliare non porta, nel lungo periodo, a niente di buono”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette