19/10/2021

SPORT

Stadio Gabrielli: una guerra per gestione e utilizzo

La gestione dello storico impianto di viale Tre Martiri dovrà essere decisa con un bando pubblico del Comune

gabrielli[1].JPG

Lo stadio Gabrielli

09/04/2021 - 18:23

ROVIGO - Sta per scoppiare una nuova guerra per la gestione e l’utilizzo dello stadio Gabrielli. Anzi stando agli addetti ai lavori la guerra sarebbe già scoppiata, con manovre di aggiramento o di schieramento di truppe. Non si tratta di un risiko, ma dell’ennesimo scontro “pallonaro” che il Comune ora deve cercare di disinnescare.

In palio c’è l’utilizzo dei campi da calcio dello stadio Gabrielli e, secondo qualcuno, anche la possibilità di fregiarsi del ruolo di prima squadra di calcio della città. La gestione dello storico impianto di viale Tre Martiri dovrà essere decisa attraverso un bando pubblico che il Comune però non ha ancora emanato. Un bando al quale si preparano a partecipare non solo il Rovigo calcio, società che l’ha in gestione e che l’ha usato nelle ultime, poche, partite ufficiali; ma anche altri soggetti sportivi.

Fra questi la cordata “Rovigo x Rovigo”, che raggruppa diverse società di calcio giovanile e calcio dilettanti. Un gruppo formatosi oltre un anno fa dall’unione, ma non fusione, fra Grandi fiumi, Duomo, San Bortolo, e che poche settimane fa ha visto l’ingresso (ma non si è ancora capito se già formalizzato in tutto e per tutto) anche di Granzette e Castelbaldo Masi. Queste ultime due formazioni di categoria, il Granzette di Prima e il Castelbaldo addirittura in Eccellenza. Sia Rovigo x Rovigo che il Rovigo calcio possono contare su formazioni giovanili e squadre “adulte”, ed entrambe puntano ad avere l’utilizzo esclusivo del Gabrielli. Difficile ipotizzare una convivenza. L’anno scorso l’utilizzo dei campi gara era stato dato al Rovigo, per la gran parte, lasciando però due campetti minori a Rovigo x Rovigo. Che ora però ambisce ad un ruolo primario, anche se non ancora espressamente manifestato, grazie all’allargamento della cordata, o associazione di società.

La patata bollente rischia di esplodere nel giro di qualche settimana. Sarebbe paradossale, infatti vedere il Gabrielli assegnato a Rovigo x Rovigo con il calcio Rovigo costretto a giocare in un campetto di quartiere. Analogamente sarebbe curioso vedere Granzette e Castelbaldo (ammesso che voglia davvero trasferirsi a Rovigo) costrette disputare match di Prima categoria o Eccellenza, in rettangoli verdi da oratorio. Nessuno vuole scoprire le proprie carte, e non si è ancora capito se Castelbaldo e Granzette puntino davvero al campo principale del Gabrielli, sfrattando, se fosse così, il Rovigo calcio. Ma ad avere questo sospetto sono già in molti.

Tutto dipenderà da come sarà strutturato il bando del Comune e dalle scelte conseguenti. Anche perché in ogni caso Granzette e Castelbaldo non potranno chiamarsi con nomi diversi da quelli attuali, a meno di non pensare a una reale fusione di tutti i gruppi sportivi di Rovigo x Rovigo. Cosa che non sembra essere in previsione, almeno non a breve.

Altro tema è quello dei tempi, ristretti, per l’emanazione di un bando che possa chiudere tutte le procedure nell’arco di un mese, andare oltre pregiudicherebbe la programmazione di qualsiasi società sportiva.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette